almeno 5.000 persone si sono riunite per una marcia dei bianchi a Châteauroux

almeno 5.000 persone si sono riunite per una marcia dei bianchi a Châteauroux
almeno 5.000 persone si sono riunite per una marcia dei bianchi a Châteauroux
-

Emozione fortissima nel centro della città di Châteauroux (Indre), dove circa 5.000 persone si sono radunate questo sabato per una marcia bianca in omaggio a Matisse, 15 anni, pugnalato a morte da un altro adolescente, secondo laAFP. In testa al corteo, i suoi genitori stavano in silenzio dietro uno striscione con l’immagine del figlio.

Tra le tante persone presenti, funzionari eletti, che portano rose bianche o rosa. Alcune persone indossavano magliette con lontre, un riferimento al soprannome di Matisse datogli da suo padre Christophe Marchais. Gli esercizi commerciali erano quasi tutti chiusi e molti avevano nella vetrina la foto dell’adolescente o di una lontra.

Il padre di Matisse al centro dell’immagine, durante la marcia bianca in ricordo di suo figlio, il 4 maggio 2024 a Châteauroux (Indre). | GUILLAUME SOUVANT / AFP
Visualizza a schermo intero
Il padre di Matisse al centro dell’immagine, durante la marcia bianca in ricordo di suo figlio, il 4 maggio 2024 a Châteauroux (Indre). | GUILLAUME SOUVANT / AFP

Particolarmente mobilitati i ristoratori

Matisse era apprendista cuoco presso il CFA de l’Indre e suo padre possiede un ristorante. La necessità di fare ” qualcosa “ è diventato indispensabile per i professionisti della ristorazione di Châteauroux, spiega Delphine Chambonneau, proprietaria del Café Albert, situato nel centro della città. “Ci conosciamo tutti. Abbiamo tutti un legame con questa famiglia”ha detto, mentre indossava una maglietta con la scritta “ristoratori e proprietari di bar uniti nel dolore / Riposa in pace Matisse” era fatto. La giornata di domenica 28 aprile, il giorno successivo alla tragedia, è stata particolarmente difficile, ha detto. “Tutti i clienti cominciavano a piangere. »

Nonostante l’appello del padre di Matisse in particolare a guardarsi da ogni strumentalizzazione politica, venerdì sera un piccolo gruppo di estrema destra ha esposto degli striscioni davanti al municipio: “Giustizia per Matisse”, “Francesi svegli”. Secondo il prefetto dell’Indre, Thibault Lanxade, l’operazione c’è stata ” molto veloce “. “Erano circa dieci. Spiegarono i loro stendardi e se ne andarono. »

Rinforzi CRS

Per evitare eccessi durante il tributo, la prefettura ha deciso di farlo “rafforzamento di una società CRS” accanto ai gendarmi e agli agenti di polizia del dipartimento, la detenzione di “controlli sulle uscite autostradali e sugli ingressi all’area urbana di Châteauroux”dove sono attesi attivisti di estrema destra.

L’adolescente è morto in seguito alle ferite riportate il 27 aprile, dopo diverse coltellate durante una rissa nel quartiere di Saint-Denis, secondo il pubblico ministero di Bourges.

Un sospettato è stato incriminato lunedì sera per “omicidio” e posto in custodia cautelare, e sua madre, di 37 anni e sospettata di aver avuto “ha schiaffeggiato la vittima” ferito, è stato incriminato per “violenza intenzionale” contro “persona vulnerabile”.

-

PREV “Quando abbiamo sollevato la sua maglietta, abbiamo visto le coltellate”
NEXT Ecco il prezzo esorbitante del biglietto d’ingresso al MET Gala