Parigi. Cade da una scala a pioli, poi cade in depressione: responsabile l’ospedale dove lavora

Parigi. Cade da una scala a pioli, poi cade in depressione: responsabile l’ospedale dove lavora
Parigi. Cade da una scala a pioli, poi cade in depressione: responsabile l’ospedale dove lavora
-

Di

Editoriale Parigi

pubblicato su

18 maggio 2024 alle 9:12

Vedi le mie notizie
Segui le notizie di Parigi

corte d’appello amministrativa di Parigi ha confermato la “responsabilità senza colpa” del Gruppo Ospedaliero Universitario (GHU) Psichiatria e Neuroscienze di Parigi nella depressione causata da un Segretario medico dell’ospedale psichiatrico Sainte-Anne (14°) dopo essere caduto da una scala a pioli nel 2016 mentre cercava di afferrare una risma di carta situata in alto.

“Accountability to service” riconosciuta nel 2016

“L’imputabilità al servizio” di questo autunno è stata a suo tempo riconosciuta dall’istituto; un neurologo ha successivamente concluso che il dipendente poteva tornare al lavoro “nell’ambito di un tempo di dimezzamento terapeutico fissato al 50%”.

Ma la principale interessata «non era tornata al suo posto»: aveva «giustificato le sue assenze con certificati di assenza per malattia rilasciati dai medici che l’hanno seguita», riferisce la Corte amministrativa d’appello di Parigi in una sentenza del 13 febbraio 2024 , che è stato appena reso pubblico.

Successivamente ha presentato ricorso al tribunale amministrativo di Parigi affinché venga nominato un esperto e affinché la GHU le paghi “una somma minima di 61.992,70 euro” in attesa della relazione. Tuttavia, l’11 febbraio 2022, il tribunale amministrativo di Parigi le ha concesso solo 5.000 euro, cosa che l’ha spinta a presentare ricorso. La GHU, da parte sua, aveva fatto lo stesso.

Sosteneva, tra l’altro, che “la disposizione difettosa dei locali e le circostanze del suo incidente rivelano mancanze del centro ospedaliero riguardo ai suoi obblighi di sicurezza, tali da farne sorgere la responsabilità”. I medici avevano infatti fissato al 10% il suo “tasso di inabilità permanente parziale”.

“Stress post-traumatico” e “decompressione psichica”

Ma «se le fotografie prodotte dalla signora luoghi fossero state l’unica causa dell’incidente», i giudici amministrativi parigini respingono immediatamente. La “responsabilità per colpa” dell’ospedale psichiatrico Sainte-Anne “per inadempimento dei suoi obblighi di sicurezza” non può quindi essere invocata.


Inoltre, la ricorrente “non fornisce alcun elemento idoneo a rimettere in discussione la valutazione del danno morale e dei vari turbamenti subiti nelle sue condizioni di vita a causa dell’incidente di servizio”. Non c’è quindi no non c’è bisogno di rivalutare le somme riconosciute in primo gradostima la Corte d’appello amministrativa di Parigi.

Video: attualmente su -

È stata confermata la “responsabilità senza colpa” del GHU. « Si le GHU soutient que le contexte psychiatrique (…) préexistait à cet accident (…), le syndrome de stress post-traumatique et la décompensation psychique qui l’a accompagné sont liés aux suites de l’accident de service », justifie la Corte. La sua pena è stata però ridotta a 3.800 euro e non più a 5.000 euro.

/MJ (PressPepper)

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Quarant’anni di fruttuosa ricerca
NEXT Calo delle nascite: il gattino RQAP si gonfia