Maltempo: rischio “inondazioni critiche” nel Brabante Fiammingo

-

IOPotrebbero verificarsi “inondazioni critiche” nella provincia del Brabante fiammingo lungo il Winghe e il Fleppe (Velpe), due affluenti del Démer, ha avvertito il sito Waterinfo, gestito in particolare dall’Agenzia fiamminga per l’acqua. Il livello dell’acqua continua ad aumentare lungo i due fiumi del Brabante. “Il picco è previsto in serata e potrebbe portare a inondazioni critiche”, secondo Waterinfo.

Sabato pomeriggio nella parte orientale del Paese saranno nuovamente previste precipitazioni con rischio di rovesci intensi. “A causa della saturazione del suolo, i corsi d’acqua reagiscono in modo molto forte, pertanto la vigilanza resta fortemente raccomandata in tutte le Fiandre”, si legge sul sito.

Si è conclusa la fase di gestione della crisi provinciale nella provincia di Liegi

Il governatore della provincia di Liegi Hervé Jamar, dal canto suo, ha deciso di revocare la fase provinciale di gestione della crisi avviata venerdì sera a causa del maltempo, ha riferito sabato, poco prima di mezzogiorno.

Una valutazione generale della situazione è stata effettuata nel corso di una riunione di crisi organizzata poco dopo le 9 del mattino con rappresentanti di diverse discipline di soccorso e intervento. Si scopre che il livello dell’acqua sta scendendo ovunque. La Regione Vallonia ritiene inoltre che le piogge previste per sabato pomeriggio non dovrebbero avere un impatto significativo sui corsi d’acqua della provincia di Liegi, nota il governatore.

I vigili del fuoco stanno effettuando operazioni di pompaggio dalle 8 del mattino, soprattutto nella città di Dalhem, e numerose operazioni di pulizia sono in corso in diverse zone, aggiunge Hervé Jamar.

Sul fronte della mobilità, l’autostrada E25 nei pressi di Visé è stata riaperta intorno alle 7:30. Ad eccezione del centro di Dalhem e di Rue de Tilff a Liegi, la maggior parte delle corsie di traffico sono ora aperte. Sulla base di questi diversi elementi e d’intesa con i servizi interessati, il governatore ha quindi deciso di sospendere alle ore 10 la fase di gestione della crisi provinciale.

A Les Fourons l’acqua ha raggiunto un metro di altezza

L’unità di crisi del comune di Fourons nel Limburgo si è riunita sabato mattina per far fronte alla peggiore inondazione dal 2021. I vigili del fuoco e la protezione civile hanno sviluppato un piano per i lavori di pompaggio mentre nel villaggio di Mouland è stato installato un generatore di emergenza per ricaricare gli smartphone è stato deciso. Il parco container è aperto sabato mattina, ma solo per i residenti colpiti dalle alluvioni.

Il campo di calcio dell’SK Moelingen, questo sabato 18 maggio. -AFP

Nella notte tra venerdì e sabato, in un centinaio di case di Fourons l’acqua è salita fino ad almeno un metro di altezza. Cinquecento famiglie sono rimaste prive di elettricità.

Per i lavori di pompaggio, le strade principali e le arterie stradali hanno la priorità. Tutte le strade saranno ispezionate per verificarne la sicurezza e la stabilità e poi sgombrate.

Les Fourons, questo sabato 18 maggio. -Belga.

Diverse squadre di vigili del fuoco e protezione civile saranno incaricate di pompare e rimuovere detriti e fango, per le quali utilizzeranno i bulldozer. Cantine e garage con odore di olio combustibile o tracce visibili di olio combustibile nell’acqua non possono ancora essere svuotate e devono essere prima ispezionate dai vigili del fuoco.

Per ripristinare l’energia a Mouland, Fluvius deve pulire diverse cabine elettriche e tirare cavi aggiuntivi. L’energia elettrica dovrebbe tornare al più presto nel primo pomeriggio. Nel frattempo è stato installato un generatore d’emergenza in rue du Village. Si tratta però solo della ricarica degli smartphone degli interessati, sottolinea il comune di Fourons. Le scatole elettriche della casa allagata devono restare/essere spente, insiste ancora. Per ragioni di sicurezza solo Fluvius è autorizzato a riaccendere l’interruttore generale.

Foto scattata a Les Fourons, questo sabato 18 maggio.
Foto scattata a Les Fourons, questo sabato 18 maggio. -Belga.

Nel pomeriggio verranno installati i contenitori per i rifiuti a Mouland. Oggi il parco è aperto fino a mezzogiorno, ma solo per le persone colpite dall’alluvione. Infine, anche le fognature verranno nuovamente ripulite dai detriti e la protezione civile metterà a disposizione una grande quantità di essiccatoi da cantiere. Una volta che l’acqua si sarà ritirata, verranno distribuiti nelle case colpite.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)