Lando Norris a Miami, una prima vittoria che fa sorgere dubbi in casa Red Bull

-

Il successore di Stoffel Vandoorne alla McLaren, Lando Norris (24) afferma di aver commesso “molti errori” in cinque anni di F1. Soprattutto ha vissuto con pazienza la lenta ricostruzione della prestigiosa squadra britannica. Il che ora fa dubitare della Red Bull e di Max Verstappen.


Articolo riservato agli abbonati


Thierry Wilmotte


Giornalista presso la sezione Sport

Di Thierry Wilmotte

Pubblicato il 06/05/2024 alle 11:28
Tempo di lettura: 5 minuti

HAPosto sbagliato, momento sbagliato. Abbiamo preso l’abitudine di riassumere così il percorso di Stoffel Vandoorne in Formula 1. E abbiamo cercato di spiegare come le speranze legittimamente riposte all’epoca in questo ex campione di F2 siano rapidamente evaporate, nel corso di due stagioni disastrose (2017 e 2018) vissuto all’interno di una squadra McLaren che era solo l’ombra di se stessa, e al fianco di un Fernando Alonso fin troppo felice di dare grandi schiaffi al suo compagno di squadra belga ogni volta che ne aveva l’occasione, potendo contare sulla gentilezza del boss Zak Brown , la cui ammirazione per il due volte campione del mondo iberico era sconfinata.



Questo articolo è riservato agli abbonati

Accedi a informazioni nazionali e internazionali verificate e decrittografate
1€/settimana per 4 settimane (nessun impegno)

Con questa offerta approfitta di:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli editoriali, file e rapporti
  • Il giornale in versione digitale (PDF)
  • Comodità di lettura con pubblicità limitata

-

PREV quali scenari per un verdetto storico?
NEXT una seconda morte legata alla malattia