Cos’è “Sniffy”, questa polvere bianca da sniffare ma legale?

Cos’è “Sniffy”, questa polvere bianca da sniffare ma legale?
Cos’è “Sniffy”, questa polvere bianca da sniffare ma legale?
-

Une polvere bianca “energizzante” venduta al grammo che si inala da una narice con una cannuccia? Sebbene il prodotto sia legale e venduto in alcune tabaccherie, la sua definizione ricorda comunque molto quella della cocaina. “Sniffy”, una nuova sostanza ricreativa progettata dal produttore marsigliese di CBD Highbuy, è stata oggetto di discussione in città da quando una sequenza di uno show di M6 che la presentava è stata trasmessa su Instagram martedì 21 maggio.

Il notiziario della salute

Ogni martedì alle 9:30

Ricevi la nostra selezione di articoli della nostra sezione Salute, nonché classifiche di ospedali e cliniche, dossier speciali, consigli e suggerimenti…

Grazie !
La tua registrazione è stata presa in considerazione con l’indirizzo email:

Per scoprire tutte le altre nostre newsletter, vai qui: MyAccount

Registrandoti accetti le condizioni generali d’uso e la nostra politica di riservatezza.

Presentato dal suo creatore come un “integratore alimentare”, una miscela di caffeina, taurina, citrullina o anche beta-alanina, “Sniffy” è disponibile in diversi gusti fruttati, che questa volta ricordano i controversi “puff”, queste sigarette elettroniche usa e getta così ambito dagli adolescenti. Vicino 20 minuti, il creatore di “Sniffy” assicura però che non si rivolgeva ai giovani. Afferma inoltre che non stava cercando “entusiasmo” con il suo nuovo prodotto.

Il ministro delegato alla Sanità e alla Prevenzione, Frédéric Vailletoux, ha dichiarato sabato 25 maggio a France Info di voler “vietarlo il prima possibile”. “È fastidioso vedere questo tipo di prodotti venduti ai giovani”, ha aggiunto. “Sotto la copertura di un discorso un po’ “nian-nian”, un po’ innocuo, un po’ “ne abbiamo il diritto, non è pericoloso”, “è originale”, [ils] cercare di attirare i giovani verso il consumo di tabacco e droga; e, infine, verso la dipendenza”, ha giudicato.

“Ho scoperto questa “invenzione” 48 ore fa, e la metto tra virgolette grandi, questa spazzatura che alcuni vogliono vendere. Vedrò nei prossimi giorni come vietare questo genere di cose. […] Ti prometto che su questo sarò intransigente. Ma è la corsa tra i venditori di morti […] e l’apparato repressivo, la legge, che deve sempre rincorrere chi ha sempre idee divertenti per i nostri giovani. »

“Nessuna confusione, “Sniffy” è legale”

Il produttore marsigliese insiste infine sulla legalità del prodotto. Il suo slogan? “Nessuna confusione, “Sniffy” è legale.” Interrogato dall’HuffPost, lo specialista in sanità pubblica Bernard Basset si è indignato: “Questo prodotto banalizza l’uso di uno stimolante per le feste e popolarizza il mondo della cocaina attraverso un gesto scandaloso. »

Oltre al pericolo rappresentato dal messaggio trasmesso dal suo nome e dalla sua forma, “Sniffy” non è sicuro per la salute. Vicino 20 minuti, il biologo medico Guillaume Gryzch spiega che se i componenti di questa polvere non sono singolarmente dannosi, le sue dosi e le modalità di consumo “possono avere conseguenze a lungo termine”. Secondo lui, anche la somministrazione nasale presenta un rischio di danni ai setti.

-

PREV Congo: il pastore Marcello Tunasi “devastato” dopo la morte della moglie Blanche, ondata di commozione tra gli evangelici
NEXT Nei prossimi anni le inondazioni potrebbero aumentare in Svizzera – rts.ch