Cos’è Sniffy, una polvere bianca che ricorda la cocaina, che il governo vuole vietare?

Cos’è Sniffy, una polvere bianca che ricorda la cocaina, che il governo vuole vietare?
Cos’è Sniffy, una polvere bianca che ricorda la cocaina, che il governo vuole vietare?
-

Una polvere bianca che si inala attraverso il naso, promettendo un effetto energizzante, non vi ricorda niente? Ebbene no, non è cocaina, ma Sniffy, un prodotto venduto da diversi giorni su internet, ma anche in alcune tabaccherie. È marketing “è pienamente conforme alla legge”, indica Sniffy sul suo sito.

Cosa contiene questo prodotto?

Presentato in una fiala, la sua composizione deriverebbe “Prodotti naturali al 90%”, a seconda della marca. Si tratta, tra gli altri, della caffeina, della creatina, della beta-alanina, della maltodestrina o anche della taurina, presente anche in alcune bevande energetiche. Gli ingredienti dovrebbero fornire “una sferzata di energia istantanea”, con un effetto che dura dai venti ai trenta minuti.

Sniffy affitta la sua presa per lo sport, lo studio, gli esami o anche in un ambiente festivo. La dose massima giornaliera da non superare sarebbe di 2 g, ovvero due fiale. Il suo utilizzo può “potenzialmente irritano le mucose sensibili, causando secchezza o infiammazione. È imperativo consultare un operatore sanitario prima di adottare questo metodo di somministrazione per valutare i rischi individuali”, avverte ancora il marchio.

Leggi anche: Cos’è lo snus, questo tabacco da succhiare vietato ma alla moda che preoccupa i medici?

“Dobbiamo vietarlo il prima possibile”, dice il ministro della Salute

Le somiglianze di questa polvere con la cocaina hanno scatenato forti reazioni. “È fastidioso vedere questo tipo di prodotto offerto ai giovani, ha reagito in particolare Frédéric Valletoux, ministro della Salute, questo sabato 25 maggio -. Quarantotto ore fa ho scoperto questa “spazzatura” che alcune persone vogliono vendere. […] Dobbiamo vietarlo il prima possibile”, Aggiunge. Il ministro promette di esserlo “intrattabile” contro questi “venditori di morte”.

Leggi anche: Età, sesso, professione, regione… Qual è il profilo tipico del consumatore di cocaina in Francia?

“Banalizzazione della cocaina”

Anche l’associazione Addictions France ha reagito in un articolo pubblicato sul suo sito. Bernard Basset, medico specializzato in sanità pubblica, denuncia la promozione commerciale della società Sniffy che “gioca costantemente sull’ambiguità e sulla somiglianza con la cocaina (sniff, polvere bianca, shot energetico, party)”. Aggiunge : “I tabaccai contribuiranno quindi, attraverso la vendita di questa polvere bianca da sniffare, alla banalizzazione della cocaina nel nostro mondo. »

Per quanto riguarda la Confederazione dei tabaccai, https://twitter.com/LesBuralistes/status/1793974724755952010 Quello “Più del 90% della rete rifiuta la commercializzazione di questo prodotto. Non compromettiamo la nostra etica! » Lei assicura, sulla sua pagina Facebook, di sì “hanno sequestrato le autorità in merito a questo prodotto”.

-

PREV DIRETTO. Autostrada A69: giornata di alta tensione, un centinaio di black bloc si sono radunati davanti alla manifestazione
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India