Un leggero surplus di bilancio di 3,4 milioni di dollari a Lévis

Un leggero surplus di bilancio di 3,4 milioni di dollari a Lévis
Un leggero surplus di bilancio di 3,4 milioni di dollari a Lévis
-

Al 31 dicembre 2023, la città di Lévis ha ottenuto un leggero surplus di 3,4 milioni di dollari grazie a “sforzi significativi per razionalizzare le spese”.

È quanto ha annunciato lunedì sera, prima della riunione ordinaria del consiglio comunale, il sindaco di Lévis, Gilles Lehouillier, rendendo pubblico l’ultimo resoconto finanziario. “La situazione finanziaria della città di Lévis è sana”, ha detto. È ancora un margine molto sicuro per il futuro”.

L’amministrazione Lehouillier afferma che la razionalizzazione delle spese, in tutti i servizi, ha permesso di tagliare 7,5 milioni di dollari “senza incidere sui servizi ai cittadini”.

Gli onorari professionali costano 2,6 milioni di dollari in meno del previsto. Sono stati realizzati risparmi sul trattamento dei materiali residui (652.000 dollari) e sul carburante (649.000 dollari). Il rinvio di qualche mese della realizzazione di alcuni progetti ha permesso di liberare fondi.

D’altro canto, i ricavi sono stati inferiori di 4,1 milioni di dollari rispetto alle previsioni. Ciò si spiega con un certo rallentamento dell’edilizia residenziale. Le sfide legate al reclutamento di manodopera, soprattutto nel settore sportivo e ricreativo, hanno privato il Comune di quasi 1 milione di dollari di entrate.

Imposta di registro

D’altro canto, Gilles Lehouillier ha dichiarato di “intraprendere una battaglia” contro il governo Legault per quanto riguarda la “ripartizione iniqua” della tassa di immatricolazione e “i suoi effetti insidiosi che minano lo sviluppo dei trasporti pubblici a Lévis” .

Quest’ultimo ha ricordato che la metà dei 30 dollari pagati ogni anno da ciascun automobilista di Lévis è andata al Réseau de Transport de la Capitale (RTC) e non alla Société de Transport de Lévis (STLévis). Lévis ritiene che ciò gli abbia fatto perdere 26 milioni di dollari dal 1992.

“Questa è una sciocchezza”, si è scandalizzato ancora una volta il sindaco di Lévis, sottolineando il fatto che la STLévis è in piena espansione e che ha già ritrovato il livello di utenza pre-pandemia.

Terzo raccordo autostradale

Inoltre, a pochi giorni dall’attesissimo rapporto della Caisse de dépôt et placement (CDPQ) Infra, il consiglio comunale di Lévis dovrà adottare, lunedì sera, una risoluzione per sostenere una coalizione di comuni della sponda sud e dell’est del capitale nazionale che si batte per un terzo collegamento autostradale verso est.

Ricordando il suo estremo attaccamento a questo megaprogetto, Lehouillier spiega quanto segue: “Quando parliamo di est, è in relazione alla testata dei ponti. Ci vorrà un argomento solido per poter dire: “Un raccordo autostradale, passeremo”. A livello del Fondo di Collocamento, lo monitoreremo da vicino”.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey