“Quattro bambini su cinque non raggiungono i 30 minuti di attività fisica quotidiana”… A Tolosa, una giornata “per una Francia in forma”

“Quattro bambini su cinque non raggiungono i 30 minuti di attività fisica quotidiana”… A Tolosa, una giornata “per una Francia in forma”
“Quattro bambini su cinque non raggiungono i 30 minuti di attività fisica quotidiana”… A Tolosa, una giornata “per una Francia in forma”
-

l’essenziale
Mercoledì 22 maggio è stata organizzata al MEETT, una giornata sul tema della salute e dell’attività sportiva dal titolo “Per una Francia in forma”. Erano presenti esperti sanitari.

“Ci vuole uno tsunami perché la popolazione capisca che l’attività fisica è vitale. Non mi congratulerò con qualcuno che non fa sport”, spiega il professor François Carré durante la conferenza di apertura della giornata “Per una Francia in forma”.

Mercoledì 22 maggio, al MEETT di Aussonne, al secondo piano, si è svolto un inventario nella prima parte della giornata. Il pubblico è stato invitato ad ascoltare gli esperti discutere di questo problema.

L’attività fisica e sportiva si è affermata come una delle principali cause nazionali per il 2024, corrisponde al nostro capitale sanitario, più una persona è attiva, più rimarrà in buona salute, evitando rischi.

Crescente stile di vita sedentario e mancanza di attività fisica

In effetti, lo stile di vita sedentario è in aumento in tutte le fasce della popolazione francese. “I numeri sono spaventosi”, come afferma Fabien Pillard, professore ospedaliero dell’Ospedale universitario di Tolosa: su 146 paesi, la Francia è al 119° posto in termini di attività fisica per i ragazzi dagli 11 ai 17 anni. 4 bambini su 5 non raggiungono i 30 minuti di attività fisica quotidiana. La sedentarietà avanza in modo preoccupante: i giovani tra gli 11 e i 17 anni trascorrono più di 2 ore davanti agli schermi e fanno meno di 60 minuti di attività fisica al giorno.

Leggi anche:
Sport e salute: l’Alta Garonna lancia il primo piano dipartimentale in Francia

Due giovani su tre presentano rischi preoccupanti per la salute. I giovani hanno perso dal 25 al 30% della loro capacità cardiorespiratoria in 40 anni. A riprova, la principale causa di arresto cardiaco nei giovani sotto i 30 anni è l’infarto del miocardio.

Leggi anche:
A Tolosa lo sport diventa un alleato nella lotta contro il cancro

Gli adulti non vengono risparmiati. Il 56% di loro riferisce di svolgere un’attività fisica al di sotto delle raccomandazioni, ovvero 30 minuti di attività fisica al giorno. Per questi ultimi, il tempo trascorso davanti agli schermi è aumentato del 53% in dieci anni. Infine, il 95% degli adulti francesi presenta un rischio per la salute dovuto alla mancanza di attività fisica.

Invertire la tendenza è possibile

In termini di iniziative regionali, la città di Sète è un esempio, essendo stata etichettata come una città “Vivi e muoviti”. Attraverso il programma cittadino “salute sportiva su prescrizione”, attuato nel 2017, i medici di Sétois offrono ai loro pazienti un certificato di assenza di controindicazioni all’attività fisica adattata. Questa politica si rivolge alle persone inattive, agli over 60, ai bambini dai 7 ai 13 anni e alle persone obese o in sovrappeso. Questa ordinanza consente loro di partecipare a sessioni sportive gratuite per 1 anno, dopodiché vengono deferiti alle associazioni sportive.

François Carré ha indicato che se non si facesse nulla: “Per la prima volta nella storia dell’umanità, i genitori seppelliranno i loro figli”. La mattinata si è conclusa con una pausa attiva, tutti sono stati invitati a fare squat, boxe e jack jumping.

-

PREV Circa 700 casi di pertosse in Estrie
NEXT in che modo le disuguaglianze sociali alterano la qualità della vita?