Si dichiara colpevole di adescamento | L’insegnante di scuola superiore voleva andare a letto con una ragazza di 14 anni

Si dichiara colpevole di adescamento | L’insegnante di scuola superiore voleva andare a letto con una ragazza di 14 anni
Si dichiara colpevole di adescamento | L’insegnante di scuola superiore voleva andare a letto con una ragazza di 14 anni
-

Lunedì un ex insegnante di scuola superiore coinvolto in una vasta operazione contro la pornografia infantile ha ammesso la sua colpevolezza. Gilles Croteau ha tentato di avere un contatto sessuale con una quattordicenne senza sapere… che stava parlando con un agente sotto copertura.


Inserito alle 12:32

L’uomo di 59 anni di Gatineau si è dichiarato colpevole lunedì al tribunale di Longueuil per l’accusa di adescamento. È stato anche accusato di produzione e distribuzione di materiale pedopornografico, ma la procura ha ritirato le accuse.

All’epoca dei fatti, Gilles Croteau insegnava matematica al Collège Trinité, a Saint-Bruno-de-Montarville. Non è più impiegato dalla scuola da febbraio 2023.

“A nostra conoscenza, nessun dipendente o studente, attuale o precedente, sarebbe stato coinvolto negli atti contestati al signor Croteau nel momento in cui era assunto. Siate certi che abbiamo adottato tutte le misure necessarie”, ha detto La stampaportavoce del Trinity College.

Il riassunto estremamente succinto dei fatti presentato lunedì dal procuratore della Corona ci dice molto poco sulle circostanze del reato.

Nel novembre 2022, Gilles Croteau ha avuto scambi sessuali sulla piattaforma IRC con un agente sotto copertura che si spacciava per un adolescente di 14 anni. Sotto lo pseudonimo di Charles, incoraggiava il suo interlocutore ad avere contatti sessuali.

Il contenuto degli scambi non è stato riassunto in tribunale ed è stato invece sigillato. I fatti presentati non ci permettono nemmeno di sapere se Gilles Croteau abbia utilizzato un particolare modus operandi.

Secondo un comunicato stampa della polizia pubblicato al momento del suo arresto, Gilles Croteau utilizzava anche gli pseudonimi Francis e Jack per comunicare online.

“Elementi investigativi ci portano a credere che Gilles Croteau avrebbe potuto causare altre vittime”, indicò all’epoca il dipartimento di polizia metropolitana di Longueuil.

Gilles Croteau tornerà in tribunale il prossimo luglio per formulare osservazioni sulla sentenza da pronunciarsi. Il giudice ha disposto la redazione di una relazione pre-sentenza con una componente sessuologica.

L’imputato è stato arrestato nell’inverno del 2023 nell’ambito dell’operazione RECENTER per la lotta contro la pornografia infantile. Una trentina di uomini sono stati catturati dalle autorità.

-

PREV Ad Angers, torneo di calcio solidale per i non vedenti del Senegal
NEXT Tennis. Aix (CH) – Rinderknech, Gaston-Atmane e Goffin in Provenza questo mercoledì