“Pekin Express”: Romain e Laura vincono la 18a stagione del gioco d’avventura M 6

“Pekin Express”: Romain e Laura vincono la 18a stagione del gioco d’avventura M 6
“Pekin Express”: Romain e Laura vincono la 18a stagione del gioco d’avventura M 6
-

In lacrime e in ginocchio. È stato alla fine della suspense, della loro forza e delle loro emozioni, che Romain e Laura hanno vinto la 18a edizione di “Pekin Express”, questo sabato 4 maggio sera su M 6. Loro stessi non ci credevano più. C’è da dire che erano arrivate all’ultimo valico dopo le rivali, Patricia e Jessica. Hanno anche dato una risposta sbagliata, il che significava tre minuti di penalità.

Ma questa edizione di “Beijing Express” ha dimostrato ancora una volta che non bisogna mai arrendersi. ” Non è possibile ! », si è sorpreso Romain, esausto, quando ha capito che il suo compagno era in testa mentre attraversavano il cancello della pagoda Chua Long Hung, ad Hanoi. Il capolinea di questo viaggio molto movimentato.

Un risultato che ricorda quello di un’ultima puntata del tutto folle, durante la quale la coppia del Pas-de-Calais ha continuato a ritornare su situazioni iniziate male. Iniziata il giorno prima nella tentacolare capitale vietnamita di 8 milioni di abitanti, questa corsa finale in autostop ha visto le due coppie legate con 5 amuleti ciascuna, ovvero 50.000 euro.

Riescono a ribaltare completamente l’esito della gara

Nel menu prima di tagliare il traguardo: tre sprint intermedi. Il tutto condito da una grossa aggiunta per la coppia arrivata seconda in ogni tappa: 10 euro al secondo di ritardo sottratti al proprio gattino a vantaggio di quello degli avversari. Cioè 600 euro al minuto, 18.000 euro alla mezz’ora e 36.000 all’ora. “Si può vincere tutto o perdere tutto”, riassume Stéphane Rotenberg fin dall’inizio.

Stéphane Rotenberg, presentatore di “Pékin Express” con i vincitori della 18esima stagione, Romain, parrucchiere e Laura, agente immobiliare. Patrick Robert/M6

Fin dal primo confronto, i corsi mettono in mostra il loro talento logico. Riuscendo brillantemente nell’enigma imposto, hanno comunque visto il loro vantaggio svanire durante l’ultimo tratto in macchina. In questione, un automobilista che fatica a trovare l’ingresso giusto nell’immenso parco dove si trova Stéphane Rotenberg. Dopo aver fatto il giro, i due amici arrivano sicuramente primi, ma con molto meno margine del previsto su Romain e Laura. Verdetto: poco più di 4 minuti di differenza, ovvero circa 2.700 euro.

Allora scaturirà il talento del parrucchiere e della sua cliente nella scelta delle auto giuste. Completamente caduti nel corso del secondo sprint intermedio, sono riusciti a ribaltare completamente l’esito della gara. Approfittando di un ottimo autista, i due autostoppisti raggiungono i corsi, bloccati nel mostruoso ingorgo della città. Li superano addirittura, arrivando con un comodo vantaggio: 18 minuti e quasi 10.000 euro vinti. L’asso delle forbici e l’agente immobiliare non ci possono credere. “Siamo i primi. Com’è possibile ? “.

Romain e Laura felici di aver realizzato “il sogno più grande della loro vita”

Dopo il meritato riposo notturno in albergo, i due tandem sono partiti il ​​giorno successivo per l’ultima gara intermedia. Arrivati ​​per primi al gioco del giorno – un percorso da completare con un palo che sostiene piccoli vasi impilati – Romain e Laura si imbattono in un tuk-tuk posizionato lungo il loro cammino. Motivo di molti fastidi per entrambe le squadre.

Il parrucchiere e il suo cliente sono finalmente riusciti a uscire per primi da questo pantano, infliggendo una sconfitta schiacciante agli avversari: 32 minuti di ritardo e quasi 20.000 euro sottratti al gattino dei corsi. «Ciò che conta per noi è vincere, anche a zero», filosofeggia Jessica, altrettanto combattiva nonostante il gruzzolo sia sceso a 22.000 euro, contro i 78.000 della concorrenza.

I due abitanti dell’Isola della Bellezza venderanno cara la loro pelle anche durante lo sprint finale che seguirà. Immersi nelle strade di Hanoi nel cuore della notte, hanno compiuto un buon viaggio, approfittando dell’errore di Romain alla domanda posta all’ultimo passaggio. “Mi sento una merda.” Sono disgustato! », sbotta il candidato, convinto di far perdere la sua squadra.

Ma per l’ultima volta, il trentenne e il suo amico possono contare sulla loro buona stella. Prendendo velocemente la macchina, sono arrivati ​​primi al traguardo, vincendo questa 18esima stagione di “Beijing Express”. Alla fine, i nervi cedono. A terra e singhiozzando per lunghi secondi, ripetono come per crederci: “Abbiamo vinto Pechino espresso “.

Felici di aver realizzato “il sogno più grande della loro vita”, i vincitori danno il benvenuto alle coraggiose Patricia e Jessica. Sebbene delusi, sono soddisfatti del loro viaggio. Una sequenza finale che fa piangere per la sincerità dei partecipanti: la gioia immensa dei vincitori ovviamente, ma anche la dignità dei perdenti. Il punto finale di un’avventura molto bella.

-

PREV Abbracciando la tradizione – Donne del Marocco
NEXT I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con Stéphane Gonzalez