Sciopero della SNCF martedì 21 maggio in Île-de-France: previsioni di traffico per questo “giorno nero”

Sciopero della SNCF martedì 21 maggio in Île-de-France: previsioni di traffico per questo “giorno nero”
Sciopero della SNCF martedì 21 maggio in Île-de-France: previsioni di traffico per questo “giorno nero”
-

Per gli utenti dei trasporti in Île-de-France, questo martedì si preannuncia molto complicato sulle reti gestite da SNCF. I sindacati SUD-Rail e CGT-Cheminots hanno invitato gli agenti della SNCF ad una “giornata nera” nell’Île-de-France.

Già la settimana scorsa la compagnia ferroviaria aveva previsto un impatto significativo sul traffico nella regione e a Parigi su tutte le linee RER e i treni pendolari di cui è responsabile. Lo confermano le previsioni di traffico perfezionate, diffuse questo lunedì nel tardo pomeriggio. “Il traffico dei treni, della RER e dei tram-treno sarà molto disturbato”, avverte l’operatore.

La SNCF gestisce l’insieme dei treni suburbani dell’Île-de-France, le RER C, D ed E, e parte delle RER A e B. Alcune di queste linee saranno servite solo da un treno su 5 nelle ore di punta… E nessuno durante le ore non di punta.

RER A: 1 treno su 2 per le filiali di Cergy e Poissy.

RER B: 1 treno su 2 nella parte nord della linea e 2 treni su 3 nella parte sud. Interconnessione mantenuta, nessun cambio di treno alla Gare-du-Nord.

Linea P: 1 treno su 2 su tutte le tratte tranne quelle di La Ferté-Milon e Crécy-la-Chapelle dove i treni sono sostituiti da autobus sostitutivi.

RER C: 2 treni su 5 nelle ore di punta. Dalle 6 alle 10 e dalle 16 alle 20 a seconda delle filiali: 1 treno ogni 15 minuti fino a 30 minuti. Dalle 10:00 alle 16:00 tra Parigi-Austerlitz e Brétigny-sur-Orge: 1 treno all’ora. I treni partono dalla stazione Paris-Austerlitz Grandes Lignes. Nessun treno tra Parigi-Austerlitz e Invalides, tra Choisy-le-Roi e Massy-Palaiseau, tra Ermont-Eaubonne e Pontoise. Nessun servizio per le stazioni di Avenue-du-Président-Kennedy, Boulainvilliers, Versailles-Rive Gauche, Porchefontaine, Dourdan-la-Forêt.

Linea V: 1 treno all’ora nelle ore di punta tra Versailles-Chantiers e Massy-Palaiseau.

RER D: 1 treno su 5 solo nelle ore di punta (tra le 6:30 e le 9:30 e tra le 16:00 e le 20:00). Interconnessione sospesa tra Gare-de-Lyon e Châtelet-les-Halles. Nessun treno tra Goussainville e Creil, tra Melun e Corbeil e tra Corbeil e Juvisy via Ris-Orangis.

Rivestimento: 1 treno su 5 solo nelle ore di punta (tra le 6:00 e le 8:00 e tra le 17:00 e le 20:00). Nessun treno tra Montereau e Melun via Héricy.

RER E: 2 treni su 5 nelle ore di punta. Nessun treno tra le 10:00 e le 17:00 Nessun treno tra Haussmann – Saint-Lazare e Nanterre-la-Folie. Nessun servizio per le stazioni di Rosny-Bois-Perrier, Rosny-sous-Bois, Nogent – Le Perreux, Les Boullereaux-Champigny.

T4: 1 tram ogni 15 minuti tra Aulnay-sous-Bois e Bondy. Nessun traffico tra Gargan e Hôpital-de-Montfermeil.

T11: 1 tram ogni 20 minuti.

T12 e T13: traffico normale.

“Il giorno peggiore da dicembre 2019”

Questo movimento di sciopero, organizzato su appello di SUD-Rail e CGT-Cheminots (a cui si è aggiunta in alcuni punti anche Unsa-Ferroviaire) mira a fare pressione sulla direzione in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024. I sindacati chiedono in particolare un aumento nel bonus previsto per le Olimpiadi.

“Abbiamo notato che i negoziati si stavano trascinando un po’ e volevamo provocare qualcosa”, ha spiegato Fabien Villedieu, segretario federale di SUD-Rail. Quest’ultimo ha indicato che nel mese di agosto molti dipendenti non potranno andare in ferie a causa del notevole carico di lavoro con 4.500 treni aggiuntivi. Presso la SNCF sono ancora in corso le trattative relative ai bonus assegnati ai ferrovieri mobilitati in occasione dei Giochi olimpici e una riunione conclusiva dovrà svolgersi questo mercoledì, il giorno successivo allo sciopero.

VIDEO. Perché il 21 maggio sarà un “Martedì Nero” dei trasporti

Fino ad allora, è probabile che gli utenti incontreranno molti problemi durante i loro viaggi questo martedì. Transilien-SNCF li ha già invitati preventivamente a rinviare il viaggio o a favorire il telelavoro.

“Sulla linea D, in particolare, sarà terribile”

“Questo sarà il giorno peggiore di sciopero della SNCF dai grandi scioperi del dicembre 2019. È importante che tutti coloro che possono organizzarsi (bicicletta, telelavoro, car pooling, percorso RATP, ecc.) lascino i rari posti per chi non ha alternative ”, ha chiesto da parte sua l’associazione degli utenti dei trasporti Plus de Trains in un messaggio su X.

“Sulla linea D, in particolare, sarà terribile”, prevede Arnaud Bertrand, presidente dell’associazione degli utenti, che accoglie tuttavia con favore il mantenimento dell’interconnessione tra i rami nord e sud della RER B (gestiti rispettivamente da SNCF e RATP). “Il vantaggio è che non è necessario cambiare treno alla Gare du Nord. Lo svantaggio è che lo sciopero da parte della SNCF porta ad una riduzione del traffico da parte della RATP», conclude ricordando che il resto della rete RATP funzionerà normalmente.

Alla Régie, da lunedì si sono concluse le trattative sui bonus JO e gli agenti riceveranno in media un bonus di 1.000 euro lordi ma che potrebbe arrivare fino a 2.500 euro per gli autisti di metro e RER particolarmente impegnati.

-

PREV Il Requiem di Oradour, una creazione di memoria ed emozioni in Tulle
NEXT Nel 77, fate attenzione a questo nuovo radar non segnalato tra Chenoise e Provins