Come Tidiane Sy, figlio di Omar Sy, si sta facendo un nome nel basket americano

Come Tidiane Sy, figlio di Omar Sy, si sta facendo un nome nel basket americano
Come Tidiane Sy, figlio di Omar Sy, si sta facendo un nome nel basket americano
-

Figlio di Omar Sy, Tidiane Sy (18 anni) ha brillato nelle ultime due stagioni negli Stati Uniti sotto i colori della Calabasas High School (California), nel circuito del basket liceale. Giocatore atletico, spettacolare e versatile, può, secondo i suoi allenatori, provare a puntare ad una carriera professionistica.

È un’ammissione piena di orgoglio. Quella di un padre per suo figlio. “Amo il basket ma non sono un gran giocatore. Se ho un progetto per il basket, è lui.” Venendo a fare una piccola deviazione sul set di BeIN Sports durante un NBA All Star Game, nel febbraio 2023 a Salt Lake City, Omar Sy non può nascondere la sua ammirazione per l’uomo che chiama affettuosamente il suo “piccolo”.

La piccola è Tidiane Sy, 18 anni dal 5 marzo e circa 1,92 m sotto il misuratore. All’ombra dell’immensa popolarità del padre, il giovane inizia lentamente a farsi un nome. In Francia, i più appassionati della palla arancione potrebbero averne visto uno evidenziare del giovane, particolarmente atletico. “Ama schiacciare sui suoi avversari e sa davvero saltare fuori dalla palestra”, immagine Matthew Gruskin, uno dei suoi allenatori della squadra del liceo di Calabasas (California) e del West Coast Elite Basketball “, un programma di sviluppo per giocatori della squadra americana Costa ovest.

Con Selly (nata nel 2001), Sabah (2003), Alhadji (2009) e Amani-Nour (2017), Tidiane (2006) è una dei cinque figli di Omar e Hélène Sy, che vivono vicino a Los Angeles dal 2012. traiettoria di suo padre, che divenne una grande star dopo il successo di.Intoccabiles, che lo ha portato a crescere negli Stati Uniti.

“Lì la notorietà è più mite, avevo bisogno di proteggere i miei figli”, ha confidato l’attore durante un’intervista a Psychologies nel dicembre 2022.

Involontariamente, anche Tidiane Sy ha avuto un ruolo indiretto in questa partenza attraverso l’Atlantico. “Un giorno, mentre accompagnavo mio figlio Tidiane a scuola, ho sentito ‘È il figlio di Omar Sy’. Mentre prima ero il padre di Tidiane. Lì, davanti a me, arriviamo a togliere il nome di mio figlio dall’equazione, mentre la scuola è il suo spazio”, dettagliato nelle colonne di parigino quello che oggi ha un cinema a suo nome a Trappes (Yvelines), sua città natale.

Fu quindi in California che Tidiane Sy, divenuto tifoso dei Los Angeles Lakers, sviluppò la sua passione per il basket. Nel 2020-2021, è arrivato al liceo Calabasas, a nord-ovest di Los Angeles, nel suo primo anno (9a elementare negli Stati Uniti, l’equivalente della 3a elementare in Francia).

“Un’aura che fa sì che i giocatori lo ammirino e gravitino attorno a lui”

Quell’anno le competizioni sportive furono tutte cancellate a causa del Covid-19. Abbiamo quindi dovuto aspettare la stagione 2022-2023 per vedere Tidiane Sy all’opera in campo. Il giovane si è subito guadagnato un posto nella squadra dei cinque maggiori del liceo. A parte un periodo alla Bishop Gorman High School, una scuola situata vicino a Las Vegas, dove ha vissuto temporaneamente durante il suo secondo anno (stagione 2022-2023), non si lascerà mai andare.

Nel 2023-2024, Tidiane Sy, playmaker capace di infuriarsi nel gol, è stato semplicemente il miglior realizzatore della sua squadra, con una media di 17,5 punti a partita. Le sue prestazioni gli hanno anche permesso di essere selezionato nella tipica squadra dei migliori giocatori di Ventura County. Anche un buon rimbalzista (6,5 rimbalzi a partita), brilla per la sua versatilità su entrambi i lati del campo.

“Tidiane è un giocatore completo. È capace di tirare da tre punti, dribblare, passare e attaccare il canestro”, elogia Jon Palarz, il suo allenatore alla Calabasas High School. “Nelle ultime due stagioni è stato un importante passante e realizzatore, difendendo sempre il miglior giocatore della squadra avversaria. Tidiane ha davvero la capacità di fermare gli avversari, oltre alla sua potenza di fuoco in attacco”.

Tidiane Sy brilla anche fuori dal campo, dove impressiona per le sue qualità di leadership e il suo carisma. “Ha una voce molto forte nello spogliatoio, Tidiane ha un’aura che fa sì che i giocatori lo ammirino e gravitino attorno a lui”, assicura Matthew Gruskin, che lavora con lui da poco più di due anni.

“È passato dall’essere un giocatore di ruolo nel suo primo anno a essere un capitano e un leader nel suo ultimo anno”, riassume Jon Palarz.

Un futuro da professionista?

A 18 anni, Tidiane Sy è ormai a una svolta. Secondo Jon Palarz, ha intenzione di avviare una “prep school”, una sorta di scuola preparatoria sotto forma di accademia tra la scuola superiore e il primo anno di università. Questo è un passo comune per i giocatori ad alto potenziale.

“Questa preparazione gli darà l’opportunità di suscitare maggiore interesse a livello universitario”, riassume Matthew Gruskin.

Quindi sorgerà rapidamente la domanda se potrà avere una carriera nel basket. “Tidiane è ancora molto giovane ed è troppo presto per dire se diventerà professionista oppure no. Se è quello che decide di fare, dovrà essere costante e dare il massimo, anche ogni giorno, è all’inizio il suo processo di sviluppo”, spiega Matthew Gruskin.

A soli 18 anni e anche se non ha ancora iniziato la carriera universitaria, Tidiane Sy ha ancora tanto tempo davanti a sé. Al di fuori dell’NBA, il Santo Graal per tutti i cestisti del pianeta (potrebbe presentarsi solo dal draft del 2025, anno in cui compirà 19 anni), una carriera da professionista – se è ciò che desidera – non è da escludere.

“Ci sono molti livelli e luoghi per il basket professionistico nel mondo. Tidiane ha sicuramente la capacità atletica per farlo”, ha detto Jon Palarz. “Se lavorerà costantemente sul suo gioco nei prossimi anni, penso che abbia buone possibilità di giocare in un college importante e a livello professionale”. Abbastanza per rendere suo padre un po’ più orgoglioso.

Felice Gabory Giornalista RMC Sport

Articoli principali

-

PREV Il principe Harry: cosa gli manca di più da quando ha lasciato la famiglia reale
NEXT “Un ubriaco!” : dopo il suo commento ad Artus, Léa Salamé non può più contare nemmeno sui suoi amici