Montbeliard. All’Hellfest, i Fallen Lillies hanno vendetta da prendere

Montbeliard. All’Hellfest, i Fallen Lillies hanno vendetta da prendere
Montbeliard. All’Hellfest, i Fallen Lillies hanno vendetta da prendere
-

Qualsiasi gruppo rock o heavy metal sognerebbe un giorno di essere in cartellone all’Hellfest. Il più grande festival metal d’Europa (240.000 partecipanti), che si svolge dal giovedì alla domenica a Clisson (Loira Atlantica), accoglie mostri musicali come Metallica, Machine Head e Foo Fighters.

Ci saranno anche le Montbéliardaises dei Fallen Lillies, per la seconda volta nella loro carriera, dopo un’apparizione quasi a sorpresa nel 2019. Il gruppo heavy rock, 100% femminile, suonerà nuovamente sul Warzone, palco sul quale Body Count e Tendenze suicide.

Intervista a Hélène Schmitt, la cantante del gruppo Doubien.

A pochi giorni dal ritorno all’Hellfest, come si sentono i Fallen Lillies?

“Siamo vendicativi. Nel 2019 siamo stati proiettati sulla scena di Warzone senza essere realmente preparati. Il nostro concerto non era stato all’altezza di ciò che volevamo fare. Abbiamo lavorato molto per essere presenti in questa scena davvero speciale. »

Nel frattempo ci sono stati degli sviluppi. Ti senti più attrezzato per giocare?

” Oh si ! In effetti, l’Hellfest nel 2019 è stata “la prima volta” in una grande serie. Ci ha aperto grandi porte. Abbiamo fatto molta strada, con grandi scene, come gli Eurockéennes de Belfort e anche l’uscita di un album ( Nessun padrone per Lilly , 2021). Siamo riusciti ad evolverci bene. Questo fine settimana suoneremo un set di 30 minuti. All’Hellfest è così, il tempismo è davvero esplosivo. Quindi abbiamo pensato ad un set diverso dal solito, con anche una piccola esclusiva del nostro album che è in preparazione. »

Esattamente, quando dovrebbe uscire?

“Normalmente lo registreremo all’inizio del prossimo anno e sarà disponibile per l’inizio dell’anno scolastico 2025. Quest’anno avevamo in programma di fare pochissime date, per dedicarci all’album. Non è mai facile incontrarsi ogni settimana per provare all’Atelier des Môles di Montbéliard. Non possiamo fare tutto in una volta: il lavoro, le prove, i concerti e la preparazione di un album. Ci siamo limitati a una mezza dozzina di date per lavorare sull’album. Ma avevamo offerte di concerti che ci stavano a cuore, incluso l’Hellfest… Quale gruppo potrebbe rifiutarsi di suonare lì? ! Dopo questa data dedicheremo buona parte dell’estate al prossimo album. »

-

PREV Un attivista della France insoumise aggredito a Montbrison dai “sostenitori” del Raggruppamento Nazionale
NEXT il calendario del Poitiers Basket 86 per la stagione 2024-2025