Exxel Polymers punta a nuove vette

Exxel Polymers punta a nuove vette
Exxel Polymers punta a nuove vette
-

Dopo aver avviato l’espansione della sua fabbrica meno di un anno fa in occasione del suo 20esimo anniversario, l’azienda continua la sua crescita investendo quasi tre milioni di dollari, grazie al sostegno finanziario del Quebec e di Ottawa, per aumentare la sua capacità produttiva.

“Exxel Polymers è un pioniere della circolarità in Quebec. È un’azienda che contribuisce a sottrarre migliaia di tonnellate di materie plastiche alle discariche per rivalutarle. Considerando che in Canada viene riciclata meno del 10% della plastica, il lavoro di Exxel Polymers è fondamentale per costruire un’economia più verde”, ha indicato in una conferenza stampa il deputato del Parlamento di Brome-Missisquoi e ministro del Patrimonio canadese, Pascale St‑Onge, a nome della sua collega, Ministro del Turismo e responsabile dello Sviluppo Economico del Canada per le Regioni del Quebec (DEC), Soraya Martinez Ferrada.

Il governo federale ha quindi concesso all’azienda di Bromont un prestito di un milione di dollari per continuare la sua crescita attraverso il programma Regional Economic Growth through Innovation del CED.

Da parte sua, il governo del Quebec ha concesso un prestito di poco più di 1,4 milioni di dollari attraverso il programma ESSOR di Investissement Québec (IQ). La Exxel Polymers ha ottenuto anche un prestito di circa mezzo milione di dollari con i fondi propri della IQ, ha ricordato la deputata provinciale di Brome-Missisquoi, Isabelle Charest, a nome del ministro dell’Economia, dell’Innovazione e responsabile dello sviluppo economico regionale, Pierre Fitzgibbon.

“A Brome-Missisquoi abbiamo un settore manifatturiero creativo, innovativo ed efficiente. Il progetto annunciato oggi dimostra che nella nostra regione vivono aziende che guardano lontano e si impegnano nella tutela dell’ambiente. È un vantaggio innegabile per il Quebec che vogliamo essere più verde e più prospero”.

Nuovi mercati

Il progetto Exxel Polymers richiederà investimenti per un totale di quasi quattro milioni di dollari. L’azienda prevede di creare una decina di posti di lavoro nei prossimi mesi. L’azienda prevede inoltre di aggiungere nuove attrezzature e automatizzarne altre, il che raddoppierà la capacità produttiva della fabbrica.

>>>>>>

Eric Fradette (Archivi Alain Dion/La Voix de l’Est)

“Siamo sempre stati leader nel nostro settore. Per mantenere la nostra quota di mercato, dobbiamo continuare a investire. I nostri clienti chiedono di più, quindi dobbiamo acclimatarci per soddisfare la domanda”, ha affermato in un’intervista il presidente dell’azienda, Éric Fradette, a capo dell’organizzazione insieme al suo socio Charles Bourdeau.

L’assistenza finanziaria congiunta del Quebec e di Ottawa spingerà Exxel Polymers ad un altro livello. “Ci guadagniamo almeno dai cinque ai dieci anni accelerando la nostra crescita. Ci stiamo posizionando per il futuro”, ha affermato il direttore generale dell’organizzazione, Hans Fortin.

E questo futuro richiede lo sviluppo di nuovi mercati. A partire dal prossimo autunno, Exxel Polymers inizierà la sua incursione nel settore automobilistico. È già stato ratificato un accordo con Toyota, in particolare per la fornitura della plastica destinata ad alcuni componenti della Rav4 2025, ha affermato Charles Bourdeau.

L’azienda specializzata nella produzione di plastica riciclata di alta qualità desidera ottenere anche la certificazione necessaria per sviluppare la nicchia dell’industria alimentare.

-

PREV Legislativa 2024: spese notarili, elettricità… quali sono le misure annunciate da Gabriel Attal a favore del potere d’acquisto?
NEXT Farmacie di turno domenica 16 giugno 2024 in Corsica