spiegato l’aumento attuale, uno specialista commenta i mesi a venire

-

Questo non sarà sfuggito a nessun automobilista. I prezzi del carburante sono in aumento ultimamente. Ciò è particolarmente evidente per la benzina, che si avvicina ai due euro al litro, mentre il diesel, invece, rimane stabile, intorno a 1,75 euro/litro.

Una tendenza che può essere spiegata in diversi modi. La colpa è soprattutto dell’aumento del prezzo del barile di petrolio. Dall’inizio di gennaio, quest’ultimo “ci sono voluti nove dollari, da 79 a 88 dollarispiega Olivier Gantois, presidente dell’Unione francese delle industrie petrolifere, dell’energia e della mobilità (Ufip EM). Ciò spiega l’aumento del prezzo alla pompa per sei centesimi.”

Un altro centesimo si spiega anche con l’andamento sfavorevole del tasso di cambio euro-dollaro. Tutto ciò avviene in un momento in cui i paesi produttori stanno limitando la produzione di petrolio per mantenere alti i prezzi di vendita dei barili.

I prezzi elevati sono destinati a restare

Infine, l’attuale stagionalità non è favorevole agli automobilisti europei. Molti cittadini degli Stati Uniti entreranno presto in un periodo di riposo. L’opportunità di andare in macchina per incontrare la famiglia. si tratta di stagione di guida e l’aumento della domanda sta facendo salire i prezzi a livello globale.

Allo stesso tempo, grazie alla crescita economica, anche la domanda continua a crescere, soprattutto in Asia. Abbastanza da portare ad un aumento dei prezzi. Per tutto ciò, Olivier Gantois resta pessimista nella sua prognosi. Secondo lui, “con un prezzo del greggio compreso tra 75 e 90 dollari dalla fine del 2022, dovremmo rimanere su prezzi stabili nei prossimi mesi”.

L’evoluzione dei prezzi del carburante in Francia nel 2024

Essenza

Diesel

Podcast in primo piano

VITA DEGLI UOMINI

Per riassumere

I prezzi dei carburanti sono aumentati notevolmente dall’inizio dell’anno. Una tendenza che può essere spiegata da diverse ragioni, come spiega Olivier Gantois, di Ufip EM. Quest’ultimo rischia addirittura una prognosi tutt’altro che incoraggiante.

-

PREV ATP > Goran Ivanisevic (ex allenatore di Djokovic): “Ciò che penso sia fondamentale affinché Novak vinca l’oro alle Olimpiadi di Parigi è che vinca almeno un titolo al Roland Garros o Wimbledon”
NEXT Roland-Garros: lo shock Nadal-Zverev, il programma e i risultati della seconda giornata