Finale della Stanley Cup | Gli Oilers sono ad una vittoria di distanza da un’improbabile rimonta

-

(Edmonton) Un campionato Stanley Cup degno di un film è alla portata degli Edmonton Oilers.


Inserito alle 14:59

Donna Spencer

La stampa canadese

Alla squadra di Connor McDavid manca solo una vittoria per riscrivere la storia della National Hockey League, mentre la settima partita contro i Florida Panthers, che sembrava improbabile una settimana prima, si svolgerà lunedì all’alba.

Nessuna squadra, dalla prima espansione del 1967, ha alzato la coppa dopo essere stata sotto 3-0 in finale. Solo i Toronto Maple Leafs lo hanno fatto, 82 anni fa. Contando tutti i turni, altre tre squadre hanno cancellato tre deficit di partite: i New York Islanders (1975), i Philadelphia Flyers (2010) e i Los Angeles Kings (2014).

Gli Oilers potrebbero vincere la loro prima coppa in 34 stagioni e diventare la prima squadra canadese a mettere le mani sul Silver Bowl dai Montreal Canadiens del 1993.

La finale della Stanley Cup si giocherà in una settima partita per i 18e volta, e il primo da quando i St. Louis Blues hanno battuto i Boston Bruins nel 2019.

Mentre gli Oilers hanno evitato l’eliminazione nelle ultime tre partite e sono 5-0 in questi incontri di playoff, i Panthers hanno la quarta e ultima opportunità di vincere la prima Coppa dopo aver perso contro i Vegas Golden Knights in cinque partite nelle finali dello scorso anno.

Nonostante le tre sconfitte consecutive dei Panthers, l’allenatore degli Oilers Kris Knoblauch non è pronto a dire che la sua squadra sarà meno nervosa.

FOTO JEFF MCINTOSH, LA STAMPA CANADESE

L’allenatore degli Oilers Kris Knoblauch

“Non so cosa sta succedendo dalla loro parte, non so come stanno gestendo le cose, quindi non penso che sia giusto per me commentare la loro posizione”, ha detto sabato.

“La mia esperienza con la mia squadra, il modo in cui abbiamo gestito le partite brutte, abbiamo attraversato momenti difficili. Abbiamo giocato due di quelle partite contro Vancouver e ho molta fiducia nella nostra squadra per come hanno risposto e giocato in quelle partite. »

“Quando ci siamo ritrovati [à 3-0] Contro la Florida ho visto un gruppo molto fiducioso in cui non c’era panico, né disperazione, solo tanta concentrazione. Mi è piaciuto che la nostra squadra sia andata 3-0 e mi piace molto dove sono adesso. »

Segnare il primo gol in una partita è auspicabile in qualsiasi momento. Quella realtà è stata amplificata nelle tre vittorie consecutive di Edmonton in cui hanno segnato per primi – inclusi due gol in short-handed – portandosi in vantaggio sui Panthers.

Farlo di nuovo lunedì potrebbe avere un impatto devastante. La squadra che segna per prima è 12-5 in Gara 7 delle Finali.

“Quando segni per primo, togli molti nervi”, ha detto Knoblauch. Costringe anche gli avversari ad aprirsi un po’ di più e magari a non giocare con la struttura difensiva che vorrebbero semplicemente perché stanno cercando di rientrare in partita e si stanno sforzando di segnare il prossimo gol. »

“Toglie un po’ di pressione alla nostra squadra. »

Mentre il contributo di McDavid è stato al centro delle vittorie nella quarta e quinta partita, il capitano non ha messo il suo nome a referto nella sesta.

FOTO SERGEI BELSKI, USA TODAY SPORTS VIA REUTERS CON

Con 42 punti dall’inizio dei playoff, Connor McDavid è un serio candidato per il Conn-Smythe Trophy.

Sono stati Warren Foegele, su un passaggio astuto di Leon Draisaitl nel primo periodo, e Adam Henrique a portare gli Oilers in vantaggio per 2-0.

La squadra dell’Alberta ha anche trascorso 46 delle ultime 47 sequenze in short-handed.

“Il fatto che possiamo vincere l’ingaggio al punt è di grande aiuto, solo perché facciamo davvero un ottimo lavoro con il nostro forecheck”, ha detto il portiere di Edmonton Stuart Skinner.

“Teniamo fuori i loro giocatori [de l’enclave] e quando ne hanno la possibilità, i nostri giocatori bloccano i tiri. »

Leggi “Le pantere non sono preoccupate fino al 7e incontro ”

-

PREV Alcaraz vince il quarto trofeo del Grande Slam
NEXT Il tasso del Livret A calerà tra qualche mese?