Sabrina Agresti-Roubache, Clément Beaune: i grandi nomi di Macronie fuori dalla corsa legislativa

Sabrina Agresti-Roubache, Clément Beaune: i grandi nomi di Macronie fuori dalla corsa legislativa
Sabrina Agresti-Roubache, Clément Beaune: i grandi nomi di Macronie fuori dalla corsa legislativa
-

Di fronte al Raggruppamento Nazionale, è giunto il momento di un grande raduno chiaramente democratico e repubblicano per il secondo turno“, ha reagito il Presidente della Repubblica in una dichiarazione scritta pochi minuti dopo la pubblicazione dei primi risultati delle elezioni legislative anticipate. Nel suo campo, diversi deputati hanno subito grandi battute d’arresto.

A Marsiglia, la segretaria di Stato della Città e deputata uscente, Sabrina Agresti-Roubache, ha annunciato domenica sera il suo ritiro, dopo essere arrivata terza nella prima circoscrizione elettorale di Marsiglia, chiedendo chiaramente un voto contro il Raggruppamento Nazionale. “Stasera la scelta era chiara, 45% per il Raggruppamento Nazionale, 27% per il Nuovo Fronte Popolare, ovviamente mi ritiro e in queste condizioni, lo dico molto chiaramente, nel mio collegio elettorale “non si vota per il Raduno Nazionale”“, ha dichiarato questa cara amica dei coniugi Macron tra gli applausi dei suoi sostenitori nel quartier generale della sua campagna.

L’ex ministro dell’Europa e dei Trasporti Clément Beaune è stato eliminato al primo turno delle elezioni legislative di Parigi, battuto dal socialista Emmanuel Grégoire, secondo i risultati finali forniti dal Ministero dell’Interno. Emmanuel Grégoire, primo deputato di Anne Hidalgo al municipio di Parigi, è stato eletto con il 50,87% dei voti, contro il 32,78% di Clément Beaune, esponente dell’ala sinistra di Macronie.

Nella Somme, il candidato dell’Ensemble, Albane Branlant, si è ritirato a favore dell’Insoumis François Ruffin, in parità contro un RN. “Distinguo tra avversari politici e nemici della Repubblica” lei disse.

Diversi ministri sono in terza posizione, in particolare Fadila Khattabi in Côte-d’Or, Dominique Faure in Haute-Garonne, Patricia Mirallès in Hérault e Marie Guévenoux in Essonne.

Il ministro della Funzione Pubblica Stanislas Guerini è in voto sfavorevole nel 3° arrondissement di Parigi, dieci punti dietro la sua avversaria ambientalista Léa Balage El Mariky, che ottiene il 45,6% dei voti, contro il 34,42% del ministro, secondo i risultati parziali basati sul 96% delle schede scrutinate.

Fadila Khattabi, ministro delegato alle persone con disabilità, ha ottenuto un voto sfavorevole in Costa d’Oro, dove è arrivata al terzo posto (23,81%) dietro un candidato dell’NFP che è stato a sua volta battuto da un candidato della RN.

Sarah El Haïry, ministro delegato all’infanzia, alla gioventù e alla famiglia, è qualificata (36,17%) nella Loira Atlantica, dietro un candidato PFN e un RN.

-

PREV Marie Badgley Northey mercoledì 29 maggio 2024, necrologio, necrologio, necrologio
NEXT Intorno alle scuole di Fleury-les-Aubrais, opere dipinte a terra per “far rallentare il conducente”