“Incontro sportivo”: per Peter Zeidler la Svizzera può essere orgogliosa

“Incontro sportivo”: per Peter Zeidler la Svizzera può essere orgogliosa
“Incontro sportivo”: per Peter Zeidler la Svizzera può essere orgogliosa
-

La Svizzera ha sfiorato l’impresa contro la Germania. I Nati sono stati raggiunti nei minuti di recupero domenica sera a Francoforte (1-1) per l’ultima partita del girone agli Europei. Lo svizzero Dan Ndoye ha segnato il suo primo gol con la maglia della nazionale al 28′ di gioco, Niklas Füllkrug ha pareggiato nel recupero. La Svizzera arrivò quindi seconda nel suo girone e si qualificò per gli ottavi di finale. Per l’esperto di calcio svizzero e tedesco Peter Zeidler, gli svizzeri “sono stati molto più pericolosi nel secondo tempo, hanno mostrato un’ottima immagine. La Svizzera mi ha impressionato e può esserne orgogliosa ma ovviamente, a 2 minuti dalla fine, abbiamo ancora dei rimpianti e credo che il 1° posto nel girone sarebbe stato meglio per la Svizzera”. L’ex allenatore del San Gallo e ora alla guida del Bochum nella prima divisione tedesca elogia anche la strategia di Murat Yakin che non ha schierato due volte lo stesso “undici” titolare in questo Europeo: “Si crea questo spirito di squadra anche se non è sempre lo stesso “undici” e coinvolge tutti i giocatori, è un’ottima idea di Yakin”, ritiene Peter Zeidler. Mentre sabato alle 18 la Svizzera giocherà gli ottavi di finale a Berlino (senza il difensore Silvan Widmer, squalificato) contro un avversario ancora da definire, Peter Zeilder è ottimista: “È possibile che gli svizzeri arrivino molto, molto lontano. », annuncia. /mmi


#Swiss

-

PREV Vigilanza arancione per temporali in 22 dipartimenti del Nord-Est questo lunedì 15 luglio
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France