SENEGAL-GIUSTIZIA-CONCERTAZIONI / Riforma e modernizzazione della giustizia: la Presidenza della Repubblica lancia la piattaforma “Jubbanti” per raccogliere le opinioni dei cittadini – Agenzia di Stampa Senegalese

-

Dakar, 23 mag. (APS) – La presidenza senegalese ha lanciato giovedì a Dakar la piattaforma online Jubbanti (www.Jubbanti.sec.gouv.sn, straighten, in wolof) come preludio al dialogo nazionale sul funzionamento del giustizia prevista da martedì e destinata a raccogliere le preoccupazioni dei cittadini.

”Il Presidente della Repubblica ha deciso di istituire questa piattaforma [Jubbanti] che permetterà ai cittadini di esprimere la loro opinione sul tema scelto per il dialogo nazionale incentrato sulla riforma della giustizia”, ha dichiarato Ousseynou Ly, Ministro-Consigliere, portavoce della Presidenza della Repubblica.

Il presidente della Repubblica Bassirou Diomaye Diakhar Faye presiederà la quarta edizione della giornata di dialogo nazionale in programma martedì presso il Centro Internazionale dei Congressi Abdou Diouf (CICAD) di Diamniadio. ”La riforma e la modernizzazione della giustizia” è il tema attorno al quale è strutturata questa giornata.

Durante una conferenza stampa, Ly ha spiegato che “questi incontri” riflettono la volontà politica del Capo dello Stato di “conciliare giustizia e parti in causa”.

La piattaforma online Jubbanti permetterà a tutti i cittadini di condividere le proprie esperienze, le proprie opinioni e dare i propri suggerimenti sul funzionamento della giustizia.

Ly ritiene che “nel sistema giudiziario non possiamo oscurare un attore chiave che è la parte in causa”. E questo è il motivo per cui il presidente della Repubblica ”ha ritenuto necessario dargli la parola”, ha sostenuto.

Ndongo Touré, direttore marketing di Senegal Numérique (Senum SA), ha presentato il processo che permetterà ai cittadini di intervenire sulla piattaforma. Ha assicurato che “tutti i suggerimenti saranno presentati alle autorità” per la “consegna”.

Questa piattaforma inclusiva è aperta anche agli stranieri per consentire loro di condividere le proprie opinioni e punti di vista sull’argomento.

Cheikh Sakho Jimbira, Ministro-Consigliere, Coordinatore per le Comunicazioni della Presidenza della Repubblica, sottolinea che con questa piattaforma il Capo dello Stato vuole “restituire la voce” ai cittadini. È stato istituito “per dare ai cittadini l’opportunità di esprimere i propri sentimenti e le proprie preoccupazioni al fine di realizzare le trasformazioni necessarie per procedere verso un Senegal più giusto e prospero”, ha aggiunto.

Alassane Ndiaye, consigliere tecnico del ministro della Giustizia, è tornato sulle questioni sostanziali di questo tema sottoposto ai cittadini. ”C’è una certa rottura tra la giustizia e la parte in causa e forse anche una perdita di fiducia che si è instaurata e che ha continuato a crescere, e il Presidente della Repubblica lo ha capito molto bene (…) annunciando questi incontri che saranno riunire tutti i giocatori”, ha indicato il magistrato.

La giornata del dialogo nazionale vedrà la partecipazione di leader, attori giudiziari, cittadini, persone che hanno avuto problemi con il sistema giudiziario per correggere questa “percezione negativa” della giustizia, ha affermato.

Secondo lui la riforma della giustizia comporterà anche la digitalizzazione delle procedure.

”Questa modernizzazione terrà conto delle infrastrutture, dei mezzi logistici che permettono di accelerare le procedure e di avere una giustizia efficace, delle decisioni che saranno rese in tempo ed eseguite”, ha spiegato il consigliere tecnico del ministro della Giustizia.

FD/OID/ASG

-

PREV Il Mende Photo Festival ha allestito la sua galleria all’aperto sulle rive del Lot
NEXT La sezione femminile del PJD condanna i “commenti irresponsabili” di Ouahbi sui contratti matrimoniali – Telquel.ma