Eric Ciotti un po’ più in fermento? Indagine per malversazione di fondi pubblici dopo una denuncia contro il politico

Eric Ciotti un po’ più in fermento? Indagine per malversazione di fondi pubblici dopo una denuncia contro il politico
Eric Ciotti un po’ più in fermento? Indagine per malversazione di fondi pubblici dopo una denuncia contro il politico
-

La denuncia è stata inviata il 26 aprile dalla sezione dipartimentale dell’associazione anticorruzione Anticor in merito ai contrassegni di parcheggio gratuiti di cui si sospetta che il signor Ciotti e alcuni suoi stretti collaboratori del consiglio dipartimentale abbiano beneficiato nel mese di marzo al porto di Nizza 2021 e febbraio 2023.

L’ufficio del Sig. Ciotti si trova nel porto di Nizza, capoluogo del dipartimento delle Alpi Marittime. Durante il periodo citato, il parcheggio pubblico del porto era gestito dalla Camera di Commercio e Industria del dipartimento. Secondo Anticor, diverse carte – tra cui quella destinata alla commissione Finanze del dicastero, presieduta da Ciotti – sarebbero state utilizzate la sera del secondo turno delle elezioni legislative del giugno 2022.

Eric Ciotti è deputato delle Alpi Marittime e presidente dei repubblicani, per i quali ha recentemente stretto un’alleanza con il Raggruppamento Nazionale (estrema destra) in vista delle elezioni legislative anticipate.

“È legale o no, può costituire un’appropriazione indebita di fondi pubblici, e nella misura in cui queste carte sono state utilizzate durante la campagna legislativa 2022, si tratta di un finanziamento illegale della campagna elettorale, dato che un candidato non può beneficiare di finanziamenti o entrate? vantaggi da un’azienda in questo periodo?”, ha chiesto all’AFP un rappresentante di Anticor.

Contattato dall’AFP, il procuratore di Nizza, Damien Martinelli, ha precisato di aver “aperto un’indagine per appropriazione indebita di fondi pubblici il 31 maggio in seguito ad una denuncia ricevuta contro diverse persone tra cui Eric Ciotti”, confermando le prime informazioni fornite da Le Figaro e FranceInfo.

“Non mi sento preoccupato per questa vicenda. La mia serenità è totale”, ha risposto Ciotti in un comunicato, ricordando i “molteplici interventi” del Consiglio dipartimentale sul porto, che ospita in particolare un museo e locali dei vigili del fuoco.

Denunciando “evidenti manipolazioni politiche”, Ciotti ha anche sottolineato i legami tra l’autore del rapporto, che nel frattempo ha lasciato l’Anticor, con il suo rivale Christian Estrosi (Horizon) e il campo macronista.

“Purtroppo mi aspettavo colpi bassi dopo l’annuncio tanto atteso dell’unione dei diritti. Rassicuro i francesi, niente mi farà cedere e arretrare, nessuno potrà intimidirmi o mettermi la museruola fiducia nella giustizia”, ha concluso.

-

PREV L’ottima notizia per il Senegal (foto)
NEXT Trudeau elogia la “saggezza”, la “profondità” e l’”esperienza” di Biden