Rimouski: un bello spavento per un volontario di un rifugio per animali

Rimouski: un bello spavento per un volontario di un rifugio per animali
Rimouski: un bello spavento per un volontario di un rifugio per animali
-

Lunedì scorso un volontario del Rimouski Animal Services Center si è spaventato molto quando un cane che stava portando a spasso è scappato ed è stato investito da un autista.

Denis Marquis dedica il suo tempo all’organizzazione da diverse settimane. Lui è uno dei volontari che porta a spasso i cani in attesa di adozione.

Lunedì, durante la sua uscita con il cane Nicky, l’animale è stato preso dal panico e gli è scivolato di mano il guinzaglio.

Il cane ha subito attraversato il viale, ma è arrivato un veicolo a tutta velocità. L’auto ha urtato l’animale ed è finito sotto il veicolo.

“Pensavo che fosse morta”, ha detto a TVA Nouvelles.

Fortunatamente il cane è sopravvissuto, ma ha riportato comunque gravi ferite.

“Il suo molare era rotto, ha bisogno di un intervento chirurgico e la sua mascella è stata mozzata”, ha detto il signor Marchese.

“Il preventivo per l’intervento è di 1.500 dollari, quindi dovremo sicuramente cercare finanziamenti”, ha aggiunto la direttrice generale del Rimouski Animal Services Center, Jeanne Mercier.

La direzione del rifugio per animali ha confermato che la velocità nel distretto industriale, dove si trova il rifugio, è problematica.

“Da tre anni vediamo che le cose si muovono molto velocemente nel settore”, ha affermato Jeanne Mercier.

Il direttore del rifugio ha aggiunto che la situazione ora è problematica poiché molti volontari, compresi i bambini, vengono a portare a spasso i cani.

Inoltre nella zona non è presente alcuna segnaletica che indichi il limite di velocità.

“Siamo in una zona un po’ grigia, abbiamo chiesto alla città di aggiungere segnaletica e un segnale di quattro stop all’incrocio e abbiamo anche inviato una lettera di sensibilizzazione a tutti i nostri vicini della zona”, ha indicato la signora Mercier.

Una nuova vita per Nicky

La storia finisce bene per il cane Nicky, poiché Denis Marquis ha scelto di adottarla.

Nei prossimi giorni si unirà alla sua nuova famiglia.

Nonostante questo incidente, il signor Marchese intende continuare a fare volontariato presso il rifugio per animali.

“Nicky resterà a casa perché ha due settimane senza farla camminare troppo, è uno stress che ha avuto, la terremo a casa così si abituerà alla sua nuova casa”, ha spiegato.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori