Il ritorno dello Starliner rinviato a data da destinarsi durante l’estate

Il ritorno dello Starliner rinviato a data da destinarsi durante l’estate
Il ritorno dello Starliner rinviato a data da destinarsi durante l’estate
-

La capsula spaziale Starliner dell’Essere, che inizialmente dovrebbe ritornare sulla Terra una decina di giorni fa, vede il suo ritorno ancora una volta ritardato e questa volta a data da destinarsi nel corso del mese di luglio. Là NASA ha infatti deciso di prorogare questo termine di restituzione dopo intensi incontri con diversi direttori e dirigenti dell’agenzia, con l’obiettivo di comprendere meglio i recenti insuccessi di Starliner, in particolare per quanto riguarda le perdite di elio e il malfunzionamento del sistema di controllo della reazione (RCS). Ricordiamo che la missione è stata lanciata il 5 giugno e inizialmente era previsto il ritorno sulla Terra il 14 giugno.

Nonostante questi ritardi, la NASA assicura che la capsula è sicura e pienamente in grado di riportare gli astronauti Butch Wilmore e Suni Williams sulla terraferma. La navicella rimarrà quindi attraccata alla ISS mentre NASA e Boeing raccoglieranno nuovi dati e analizzeranno ulteriormente i vari problemi riscontrati. Steve Stich, capo del programma di volo umano commerciale della NASA, afferma che l’agenzia sta seguendo procedure standard e non vuole che la partenza di Starliner interferisca con le passeggiate spaziali previste per il 24 giugno e il 2 luglio. Per motivi di programmazione, lo Starliner non può rimanere attraccato alla ISS per più di 45 giorni, il che fissa l’ultima data di ritorno possibile al 21 luglio.

Lo Starliner della Boeing incontrò numerosi problemi durante la sua preparazione, inclusi bug del software, valvole difettose e misteriosi guasti al motore, con una conseguente perdita di 1,5 miliardi di dollari per il programma Boeing. Da parte sua, la società SpaceX di Elon Musk trasporta con successo equipaggi sulla ISS dal 2020. Tutti questi sforzi sono forse un po’ vani: ci sarebbero solo sei possibili missioni dell’equipaggio prima che la NASA non ritiri la ISS, il che rischierebbe di compromettere la redditività del programma Boeing.

-

PREV le reti che i cospiratori hanno scatenato
NEXT Inflazione | I consumatori sono misti