Celine Dion: questo il dettaglio che ha segnato Anne-Claire Coudray durante la loro intervista

Celine Dion: questo il dettaglio che ha segnato Anne-Claire Coudray durante la loro intervista
Celine Dion: questo il dettaglio che ha segnato Anne-Claire Coudray durante la loro intervista
-

Pubblicato il 16 giugno 2024 alle 10:57

Immagini dal documentario su Celine Dion intitolato “I Am: Celine Dion” – © JLPPA / Bestimage

Céline Dion sarà invitata al notiziario TF1 questa domenica, 16 giugno 2024. Anne-Claire Coudray, giornalista a capo di questa intervista, ha rilasciato un’intervista a “Gala”. L’occasione per lei di svelare questo dettaglio che l’ha segnata riguardo al cantante.

Un ritorno che fa piacere ai tifosi. Il 25 giugno Céline Dion proporrà il suo documentario “I Am: Celine Dion” su Prime Video. In quest’ultimo, la cantante ripercorre i suoi ultimi anni particolarmente difficili. Mentre risiedeva a Las Vegas, è stata costretta a cancellare tutti i suoi appuntamenti a causa della sua salute.

Leggi anche: Celine Dion canta “I’m Alive” circondata dai suoi figli: questo video che fa la gioia dei fan

È stato nel dicembre 2021 che ha parlato con i suoi fan per annunciare di essere affetta dalla sindrome della Stiff-Person, conosciuta come sindrome della persona rigida, una rara patologia neurologica che provoca in particolare spasmi muscolari, che influiscono sulla sua capacità di camminare e cantare. Nel documentario, l’interprete di Pour que tu m’aimes encore ripercorrerà quindi la sua lotta ed è in questo contesto che sarà ospite d’eccezione del telegiornale TF1 di questa domenica 16 giugno 2024.

“Fisicamente è un po’ diversa.”

Anne-Claire Coudray, che ha condotto l’intervista, si è quindi recata a Las Vegas per interrogare Celine Dion per alcuni minuti. Ha accettato di raccontare il dietro le quinte questo venerdì 14 giugno 2024 con i nostri colleghi di “Gala”. E naturalmente è stato sollevato il tema della sua salute, giustamente poiché la stessa Anne-Claire Coudray è stata segnata da un piccolo dettaglio: “Stavo uscendo dalla proiezione del suo documentario che è stato impressionante perché è stato girato in un momento in cui lei è in lotta ed è in crisi con la sua malattia e quindi ecco che sta meglio” confida inizialmente.

Anne-Claire Coudray aggiunge poi: “Fisicamente è un po’ diversa. Per esempio, vediamo che si salva, ha una grande disciplina, vediamo che è attenta nella vita di tutti i giorni, nelle cure. È seguita da un tutta la squadra è una lotta quotidiana, e questo fino alla fine della sua vita. È straordinariamente combattiva e non ha perso nulla del suo senso dell’umorismo, né del suo desiderio di tornare un giorno, ed è anche quello che voleva Dire.” Confidenze che rassicureranno i suoi tanti fan.

-

PREV Non lasciamo che questi due cani ritornino alle loro case!
NEXT Bozza annuale LHSAAAQ