A Rennes, una marcia del Pride più politica che mai

A Rennes, una marcia del Pride più politica che mai
A Rennes, una marcia del Pride più politica che mai
-

Gioioso ma serio. Oscilla tra emozioni diverse la Marcia del Rennes Pride, sabato 15 giugno 2024, in occasione del suo trentesimo anniversario.

“È ancora festa, ma non possiamo ignorare la gravità del contesto”, riassume Manon, 16 anni. Membro della comunità LGBTI+, l’adolescente aveva programmato da tempo di venire a sfilare, con scintillii multicolori intorno agli occhi. I recenti eventi politici nazionali gli hanno dato una doppia ragione per farlo.

“La nostra esistenza dà loro fastidio”

“I diritti minimi che abbiamo acquisito sono in pericolo se l’estrema destra va al potere. » Lo sfondamento del Raggruppamento Nazionale alle elezioni europee, anche in terra bretone, e lo scioglimento dell’Assemblea Nazionale da parte di Emmanuel Macron destano preoccupazione tra le persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali.

“È la nostra stessa esistenza che li preoccupa”, sospira Chloé, 23 anni. Con il cuore pesante, confida la Rennaise ” temere “su base giornaliera, anche nella capitale bretone. “Ogni volta che esco con la mia ragazza, riceviamo commenti o gesti aggressivi. Sappiamo che non possiamo tenerci per mano ovunque. »

Quindi, Chloe è venuta e ha detto “la sua rabbia” E “in piedi”in un evento che non è diventato improvvisamente politico. “La Marcia del Pride è sempre stata, fin dalla sua creazione negli Stati Uniti nel 1970.”

Più di 12.000 persone

“La Marcia è un atto militante”, aggiunge un membro del movimento militante delle Suore dell’Indulgenza Perpetua. Se gli abbaglianti costumi vestono il soggetto in forme sgargianti, la sostanza non resta meno grave, mentre gli attacchi contro le persone LGBT+ sono aumentati del 13% nel 2023, nella terra dei diritti umani.

“Cosa tolgono i nostri diritti agli altri? In che modo il nostro modo di essere famiglia rappresenta una minaccia? » chiede un attivista. “Non è perché abbiamo il diritto di sposarci che siamo in pace”ricorda Chloé, alla quale il clima attuale riporta ricordi oscuri del Manif pour tous.

In totale, sabato più di 12.000 persone hanno marciato nella capitale bretone. Migliaia di loro si sono uniti alla Marcia del Pride per denunciare più in generale i pericoli dell’estrema destra.

-

PREV Eur/usd: il dollaro e i tassi statunitensi esaminati dopo l’attentato a Trump
NEXT cosa dobbiamo aspettarci dalla convention repubblicana che si aprirà questo lunedì, dopo l’attentato a Donald Trump?