Elezioni legislative a Marsiglia, il divario tra i repubblicani più aperto che mai

Elezioni legislative a Marsiglia, il divario tra i repubblicani più aperto che mai
Elezioni legislative a Marsiglia, il divario tra i repubblicani più aperto che mai
-

Yves Moraine è molto chiaro. su questa scelta, in caso di duello al secondo turno tra la sinistra e il Raggruppamento Nazionale, voterà per il partito di Marine Le Pen Lo farà anche il 98% degli elettori repubblicani Non voglio Jean-Luc Mélenchon come primo ministro del mio paese” afferma in particolare il consigliere comunale di Marsiglia al microfono di France Bleu Provence.

Altri repubblicani difendono le loro idee

Questo sarà il caso nella sesta circoscrizione elettorale delle Bouches du Rhône, a Mazargues, Sainte-Marguerite, Sormiou, Saint Marcel, La Valbarelle per esempio.

Si ricandida il deputato uscente: Lionel Royer Perrault, macronista ed ex repubblicano. Potrebbe affrontare altri 3 contendenti al primo turno, uno per il fronte popolare di sinistra, uno per la RN, ma anche una coppia repubblicana con Serena Zouaghi, consigliera comunale e come deputata, Didier Réault, ex deputato della LR e soprattutto presidente del Parco Nazionale delle Calanques si oppone fermamente alla posizione di Eric Ciotti e a quella del suo collega Yves Moraine.

In questo settore abbiamo una base molto forte di veri elettori liberali e centristi di destra. I repubblicani non sono solo Ciotti e gli chef pennuti pariginisi tratta di eletti locali investiti che cercano di rispettare gli impegni presi con i loro elettori”

Nella seconda circoscrizione, anche la presidente delle Républicains des Bouches du Rhône giocherà la sua carta nella stessa configurazione, in particolare contro la deputata macronista uscente Claire Pittolat e probabilmente altri 2 candidati.

-

PREV Immobiliare: sulla costa i prezzi si stanno stabilizzando, a differenza del resto della Francia
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole