Francia – Mondo – Il Senegal diventa ufficialmente un Paese produttore di petrolio

Francia – Mondo – Il Senegal diventa ufficialmente un Paese produttore di petrolio
Francia – Mondo – Il Senegal diventa ufficialmente un Paese produttore di petrolio
-

Woodside ha effettuato la prima estrazione di petrolio dal giacimento di Sangomar, completando con successo la consegna del primo progetto petrolifero offshore del Paese“, ha indicato in un comunicato la società che gestisce il giacimento insieme alla Société des Petroles du Sénégal (Petrosen).

Il giacimento in acque profonde, a circa 100 km a sud di Dakar, contiene petrolio e gas. Secondo la società, il progetto, il cui sviluppo è stato avviato nel 2020, ha richiesto investimenti per circa 5 miliardi di dollari. L’obiettivo è una produzione di 100.000 barili al giorno.

Questa prima estrazione di Sangomar precede l’entrata in produzione di un altro progetto, quello di Grandtorte/Ahmeyim (GTA), al confine con la Mauritania, sviluppato dalla britannica BP con l’americana Kosmos Energy, la Mauritanian Society of Hydrocarbons (SMH) e Petrosen . Si prevede che produrrà circa 2,5 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto all’anno e la produzione potrebbe iniziare nel terzo trimestre.

La produzione di petrolio e gas in Senegal sarà destinata all’esportazione e al consumo interno.

Sarà ben lungi dal raggiungere i livelli di giganti globali e africani come la Nigeria. Ma si prevedono ricavi per miliardi di dollari, nonché una trasformazione accelerata dell’economia.

L’inizio dell’estrazione dal giacimento di Sangomar segna l’inizio di una nuova era, non solo per l’industria e l’economia del nostro Paese, ma soprattutto per la nostra gente“, ha affermato il direttore generale di Petrosen Exploration and Production, Thierno Ly, nel comunicato stampa di Woodside.

Il capo dell’azienda australiana, Meg O’Neill, parla di “Giornata storica per il Senegal e per Woodside“.

La scoperta di vasti giacimenti di petrolio e gas nell’Atlantico dal 2014 ha suscitato notevoli speranze in questo povero paese sulla via dello sviluppo. Petrosen stima che i ricavi previsti dal gas e dal petrolio ammontino ad una media annua di oltre un miliardo di euro su un periodo di trent’anni.

Problema politico

Questa scoperta ha suscitato anche i timori che il Paese avrebbe vissuto”maledizione“petrolio, con una manna che alimenta la corruzione senza apportare benefici alla popolazione.

Il Senegal chiede con forza lo sfruttamento delle sue risorse di gas e petrolio di fronte agli sforzi di una parte della comunità internazionale per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili.

Il futuro della produzione di gas e petrolio, rinviato più volte, è stato uno dei temi principali della recente campagna presidenziale che ha visto la vittoria del candidato antisistema Bassirou Diomaye Faye, rivendicatore della sovranità e del panafricanismo di sinistra.

Il campo di Bassirou Diomaye Faye ha condotto una campagna con la promessa di rivedere o rinegoziare gli accordi su petrolio e gas, estrazione mineraria o pesca firmati dalla precedente amministrazione e ritenuti sfavorevoli al Senegal.

Il nuovo presidente insediatosi ad aprile ha annunciato tra le sue prime misure un audit del settore minerario, del gas e del petrolio.

Il primo ministro ed ex mentore di Bassirou Diomaye Faye, Ousmane Sonko, ha ribadito domenica la volontà di rivedere i contratti.

Siamo noi che vi abbiamo promesso che avremmo rinegoziato i contratti e lo faremo, e abbiamo già iniziato“, ha detto a Dakar davanti ai giovani del suo partito.

La fase iniziale di Sangomar consiste in un’unità galleggiante di produzione e stoccaggio collegata ad infrastrutture sottomarine progettate in previsione delle successive fasi di sviluppo. Comprende 23 pozzi, di cui 11 di produzione, 10 per l’iniezione di acqua e 2 per l’iniezione di gas, afferma Woodside. Ventuno pozzi sono stati completati, ha detto.

Questa fase iniziale produrrà dalle riserve meno complesse e testerà altri giacimenti, dice.

-

PREV Con Christophe Maé, la felicità è contagiosa nel parco del castello di Sully-sur-Loire
NEXT Violento incidente vicino a Roanne: un bambino di 1 anno tra la vita e la morte