IN SCENA CON Cristiana Reali avrebbe voluto più di ogni altra cosa interpretare Un tram che si chiama Desiderio: “Mi è stata rifiutata Blanche”

-

Il resto dopo l’annuncio

La gatta sul tetto che scotta, La rosa tatuata, Il serraglio di vetro... Cristiana Reali non è al suo primo tentativo con i testi di Tennessee Williams che scuotono, tutt’altro. Per molto tempo, l’attrice che si destreggia con successo tra teatro, cinema e televisione sperava che le sarebbe stato assegnato il ruolo emozionante ma anche molto difficile di Blanche Dubois. Questo momento è arrivato e dal 31 gennaio Cristiana Reali lo ha brillantemente incarnato Un tram chiamato Desideriosui palchi di Bouffes Parisiens.

L’artista franco-brasiliana non aveva mai suonato in questo magnifico teatro nel 2° arrondissement di Parigi che occupa un posto molto speciale nel suo cuore. Cristiana Reali è stata molto legata a Jean-Claude Brialy che è stato direttore dei Bouffes Parisiens dal 1986 al 2007, anno della sua morte. Ciascuna delle rappresentazioni diUn tram chiamato Desiderio, diretto da Pauline Susini, ricorda all’attrice quanto sia fortunata ad interpretare Blanche Dubois. Personaggio apparentemente fantasioso, Blanche arriva a trovare sua sorella Stella (interpretata da Alysson Paradis) che vive con suo marito in un piccolo appartamento a New Orleans. Sotto questa apparenza gioviale e leggera si nascondono in realtà zone grigie e traumi che lo spettatore scopre in crescendo nel corso del pezzo. Soggetti complessi e un’intensità che Cristiana Reali non avrebbe potuto esprimere anni fa, se ne accorge oggi con il senno di poi.

Cristiana Reali ringrazia chi le ha rifiutato il ruolo di Blanche Dubois

Volevo interpretare Blanche e Blanche mi è stata rifiutata perché mi dicevano che ero troppo giovane… E non capivo. Ho detto ‘No, devi interpretare i ruoli alla loro età’. La gente mi diceva ‘No, non è facile, non è per te, sei molto giovane’. E oggi lo capisco perfettamente e ringrazio anche chi me lo ha rifiutato perché non credo che avrei potuto sentirmi così a mio agio… Penso che bisogna avere già esperienza di attrice”, spiega Cristiana Reali in Sul palco con, il nuovo format esclusivo di Webedia. Il concetto ? Incontra gli artisti nel loro mondo teatrale o musicale, discuti con loro il loro progetto attuale ma anche la loro carriera e i temi che sono per loro essenziali. Il tutto con un dispositivo tecnico e giornalistico che vuole essere mobile.

Il Molière per Cristiana Reali in Un tram che si chiama Desiderio

A forza di pazienza, passando i ruoli scritti da Tennessee Williams, Cristiana Reali ha finito per approdare a quello di Blanche Dubois in Un tram chiamato Desiderio (lo spettacolo va in scena fino al 25 maggio al Bouffes Parisiens). Un’attesa che è valsa la pena visto che l’artista ha vinto ieri sera il Molière come attrice in uno spettacolo teatrale privato durante la 35esima Notte Molières alle Folies Bergères. Pur assente, Cristiana Reali ha inviato un videomessaggio al pubblico, sotto gli occhi estremamente orgogliosi dell’ex marito Francis Huster, presente e premiato quella sera stessa con un Molière onorario.

Commenti esclusivi che non possono essere riprodotti senza menzionare Purepeople

-

PREV Il rapper marsigliese Jul accende il calderone in un’atmosfera pazzesca
NEXT DIRETTO. Real Madrid – Bayern Monaco: segui la partita