L’epidemia di pertosse influenza il South Australia, richiede un consiglio urgente sulla vaccinazione

-

sud dell’Australia è alle prese con un preoccupante aumento dei casi di pertosse, che spinge le autorità sanitarie a emettere consigli urgenti per proteggere i neonati, che sono troppo piccoli per essere vaccinati.

Il numero dei casi di questa malattia altamente contagiosa in Sudafrica è aumentato di otto volte rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, anche prima dell’inizio dell’inverno.

È potenzialmente mortale per le persone vulnerabili, in particolare i neonati.

L’Australia Meridionale è alle prese con un preoccupante aumento dei casi di pertosse, spingendo le autorità sanitarie a emettere consigli urgenti per proteggere i neonati, che sono troppo piccoli per essere vaccinati. (Nove)

“Puoi solo immaginare un bambino piccolo che non riesce a smettere di tossire, non può nutrirsi e non riesce a far entrare ossigeno”, ha detto il professor Nicola Spurrier, responsabile della sanità pubblica.

“E il rischio principale per i bambini è quello di non ricevere abbastanza ossigeno dal cervello.”

Quest’anno nell’Australia meridionale sono stati segnalati un totale di 121 casi, rispetto ai 15 nello stesso periodo del 2023.

Il professor Spurrier ha affermato che le “epidemie” di pertosse si verificano tipicamente ogni tre o quattro anni.

Tuttavia, l’ultima grande epidemia nel South Australia è avvenuta otto anni fa, nel 2016.

La pandemia di COVID-19 ha interrotto il modello ciclico e indebolito il sistema immunitario.

Il direttore delle malattie infettive e dell’immunologia della Griffith University, Nigel McMillan, ha affermato che i virus respiratori stanno “tornando con una vendetta” perché le persone non sono state esposte ad essi durante il blocco della pandemia di COVID-19.

L’Australia Meridionale è alle prese con un preoccupante aumento dei casi di pertosse, spingendo le autorità sanitarie a emettere consigli urgenti per proteggere i neonati, che sono troppo piccoli per essere vaccinati. (Nove)

Ha affermato che la vaccinazione contro la pertosse è fondamentale, in particolare per le famiglie con neonati, poiché i bambini spesso contraggono la malattia dai fratelli.

Le autorità stanno consigliando vivamente alle famiglie di assicurarsi che tutti i bambini siano in regola con le loro vaccinazioni, inclusa la nuova dose di richiamo introdotta per i bambini di 18 mesi durante l’epidemia di pertosse del 2016.

Inoltre, le persone di età superiore ai 50 anni, le donne incinte e chiunque abbia intenzione di visitare un neonato sono invitati a vaccinarsi.

Questo articolo è stato prodotto con il contributo di 9ExPress.

-

PREV Applauso finale in Azzurro per Giroud dopo l’Euro
NEXT la fiamma olimpica prevista per la salita della scalinata