Richiamo dei PC Copilot+: una bomba a orologeria per la privacy?

Richiamo dei PC Copilot+: una bomba a orologeria per la privacy?
Richiamo dei PC Copilot+: una bomba a orologeria per la privacy?
-

Microsoft ha rivelato all’inizio di questa settimana i nuovi PC Copilot+, laptop con caratteristiche specifiche, come un chip AI dedicato, almeno 16 GB di RAM e almeno 256 GB di spazio. Questi computer, che inizialmente saranno dotati del nuovo chip Snapdragon X Elite di Qualcomm, dovrebbero rivaleggiare con i MacBook di Apple in termini di potenza e durata della batteria, secondo Microsoft.

Questi PC avranno anche funzionalità AI dedicate, di cui quella che attira maggiormente l’attenzione è senza dubbio Recall, che dona una sorta di memoria fotografica al computer. Recall registra screenshot di tutto ciò che fai sul Web e nelle app, più volte al minuto. Potrai quindi cercare in questa “memoria del computer”, ad esempio per trovare un grafico che hai visto qualche giorno fa per inserirlo in una presentazione.

Una bomba a orologeria sulla privacy?

Microsoft afferma di aver progettato la funzionalità tenendo presente la privacy dei suoi utenti. Pertanto gli screenshot vengono salvati sul computer, non sui server dell’azienda, e tutta l’analisi AI degli screenshot viene eseguita sul dispositivo stesso.

Microsoft offre anche alcune opzioni, come la possibilità di mettere in pausa le registrazioni e di non registrare mai determinate applicazioni (il che potrebbe essere importante, ad esempio, per alcuni software professionali). Per impostazione predefinita, neanche il contenuto InPrivate nel browser Edge verrà salvato.

Nonostante le sue misure precauzionali, diverse voci si sono levate contro la funzionalità sin dalla sua presentazione lunedì.

Se non sbaglio, tutti gli esperti di sicurezza che hanno parlato di questa funzionalità sono molto meno entusiasti di Microsoft sull’argomento. Recall è stato più volte definito un “incubo per la privacy” e diversi analisti (e Elon Musk) hanno paragonato il film a un episodio della serie distopica Specchio nero. Anche il governo britannico è preoccupato.

Se il confronto con Specchio nero è un po’ avanzato, è comunque ovvio che la nuova funzionalità rappresenta un rischio significativo. Sì, gli screenshot verranno crittografati sul disco rigido, ma chiunque abbia accesso al tuo computer (un collega che ha visto la tua password, un coniuge geloso o un hacker che accede al tuo PC da remoto) avrà accesso alla tua intera cronologia di utilizzo.

Per il grande pubblico, la sicurezza informatica è generalmente una questione di compromesso e buon senso: quanto rischio sono disposto ad accettare per una funzionalità utile che mi piace?

La maggior parte concorda, ad esempio, sul fatto che i vantaggi di mantenere le proprie foto online sono molto maggiori del rischio connesso. E per molte persone, il rischio che un hacker spii la porta di casa attraverso un campanello intelligente è basso e le conseguenze non sono gravi. Per loro vale quindi la pena avere un campanello con telecamera, poiché poter vedere chi c’è alla porta da remoto rappresenta un vantaggio innegabile.

Con Recall, i conti sembrano diversi. Il rischio è reale, le conseguenze (professionali, legali, personali, reputazionali, finanziarie) possono essere sfortunate e i benefici devono ancora essere dimostrati.

-

PREV Nausea nei trasporti? Apple offre la sua soluzione innovativa
NEXT Gli iPhone riceveranno meno aggiornamenti rispetto agli smartphone Samsung, conferma Apple