“Non si è mai parlato di usare gomme dure”

“Non si è mai parlato di usare gomme dure”
“Non si è mai parlato di usare gomme dure”
-

Sono passati 12 Gran Premi da quando Lewis Hamilton è salito sul podio in Formula 1, dalle FP di Messico 2023, che è una sorta di traversata del deserto per chi si avvicina alla soglia dei 200 primi 3 nella disciplina. La sua partenza dalla terza posizione in griglia sembrava metterlo in una buona posizione per ottenere questo risultato, ma è stato sorpreso in fase di decollo e superato dal compagno di squadra George Russell nel tentativo di conquistare il primo posto.

Resistendo finalmente alle Ferrari, è poi riuscito a concludere la sua gara dal quarto posto, senza però avere la possibilità di fare meglio dell’ultimo posto sul podio. La strategia consistente nel prolungare il secondo stint per finire con gomme morbide si è poi rivelata decisiva per il suo risultato poiché gli ha permesso di prendere vantaggio su Russell che ha concluso la sua gara con uno stint con gomme dure.

“È stata una bella giornata, un buon fine settimana”ha spiegato Hamilton. “Devo dire un grande ringraziamento alla squadra perché hanno lavorato davvero duramente durante i pit stop, con la strategia e i pit stop erano davvero perfetti.”

“Purtroppo come Lando [Norris, second du Grand Prix], sono partito male e ho perso terreno nei confronti delle Ferrari. Con una partenza migliore non so se saremmo riusciti a rimanere con i ragazzi davanti, ma non credo che saremmo rimasti così indietro come eravamo”.

Alla domanda sull’ultimo stint con gomme morbide, mentre il suo compagno di squadra montava gomme dure, Hamilton ha spiegato chiaramente che questa opzione non era mai stata presa in considerazione dalla sua parte: “Questo era il piano fin dall’inizio, non è mai stato un problema per me correre con la gomma dura, ho corso con una morbida-media-morbida”.

Infine, alla domanda su un momento caldo della sua avventura, il sorpasso di Carlos Sainz all’inizio del suo secondo stint, al 19esimo giro, durante il quale le due vetture sono entrate in contatto e dove gli steward non hanno ritenuto necessario intervenire, Hamilton ha risposto: “Tutti i sorpassi sono stati molto serrati, ma è così che dovrebbe essere, no? E’ andato tutto bene, ho lasciato un po’ di spazio ed era proprio al limite, con un foglio di carta tra noi”.

-

PREV Nella finanza, nel modellismo o nello sport: chi sono i WAG della Formula 1?
NEXT Tour de France | Il tradimento definitivo di Anthony Turgis