gli archeologi aprono un sarcofago di epoca merovingia, sigillato per più di 1.500 anni

gli archeologi aprono un sarcofago di epoca merovingia, sigillato per più di 1.500 anni
gli archeologi aprono un sarcofago di epoca merovingia, sigillato per più di 1.500 anni
-

AFP

Courbevoie: mille persone si sono radunate “contro l’odio verso gli ebrei”

Otto giorni dopo lo stupro antisemita di una dodicenne a Courbevoie, che ha suscitato forti emozioni in tutto il paese, un migliaio di persone hanno manifestato domenica nella città dell’Hauts-de-Seine “contro l’odio verso gli ebrei”, ha osservato un’AFP giornalista. Diverse personalità sono intervenute questa mattina, tra cui la ministra dell’Istruzione Nicole Belloubet, davanti alla folla radunata sul piazzale del centro eventi di questa città situata nel nord-ovest di Parigi.”No all’odio contro gli ebrei!”: ha proclamato diversi cartelli con i colori della bandiera francese, branditi dai manifestanti. All’appello per questo terzo raduno dopo i fatti hanno risposto tra le 1.200 e le 1.500 persone, secondo uno degli organizzatori, Frank Tapiro, pubblicitario e vicino all’opposizione municipale. “Il messaggio di questo incontro (è che) l’intera Repubblica deve opporsi all’odio verso gli ebrei”, ha detto Tapiro all’AFP. “Quando vengono attaccati gli ebrei, è l’intera Repubblica ad essere attaccata”, ha continuato, tracciando un parallelo tra gli abusi denunciati dalla ragazzina di 12 anni e le “metodologie di Hamas”, ha pubblicato poco prima del raduno, Emmanuel Macron un messaggio su “Educhiamo, non cediamo, puniamo”, ha proseguito il Capo dello Stato prima di dichiarare che “l’antisemitismo, il razzismo e tutti gli odi danneggiano ciascuno di noi”. I sordidi fatti denunciati dalla vittima hanno riportato in auge l’antisemitismo al centro della campagna legislativa era presente anche il deputato di Les Républicains (LR) della 3a circoscrizione elettorale di Hauts-de-Seine, Philippe Juvin. “Sono qui per dire a tutti gli ebrei di Francia che non sono soli”, ha detto il candidato all’AFP. Come molte persone intervistate dall’AFP, ha criticato “una sinistra di cui dobbiamo vergognarci” a causa del suo “vero antisemitismo”, in riferimento alle accuse di antisemitismo regolarmente rivolte in particolare al leader di La France insoumise, Jean-Luc Mélenchon. Quest’ultimo aveva menzionato l’antisemitismo “residuo” in Francia in un post sul suo blog all’inizio di giugno. Juvin ritiene poi che l’antisemitismo sia “forse una vecchia storia (…) da parte del Raggruppamento Nazionale, un partito in cerca di demonizzazione che ha aumentato i suoi appelli alla comunità ebraica dopo l’attacco di Hamas del 7 ottobre. . Interrogate dall’AFP a fine maggio sul partito di estrema destra, le istituzioni ebraiche hanno criticato “un partito populista”.mlf/mat/pta

-

PREV Residenza Bocage Saint-Jean: 30 anni di servizi per gli anziani
NEXT Risultato delle elezioni legislative del 2024 a Lunel (34400) – 1° turno [PUBLIE]