Fine dei lavori per la Cabane Tchanquée n°3 al Bacino di Arcachon!

Fine dei lavori per la Cabane Tchanquée n°3 al Bacino di Arcachon!
Fine dei lavori per la Cabane Tchanquée n°3 al Bacino di Arcachon!
-

La Cabane Tchanquée n°3, emblema del bacino di Arcachon, ha completato i suoi lavori di ricostruzione ed è stata inaugurata nel suo nuovo splendore alla presenza del sindaco di La Teste-de-Buch, Patrick Davet, e dell’architetto Jean Dubrous. Questo progetto di restauro tanto atteso ha riportato in vita questa icona del patrimonio utilizzando tecniche tradizionali e materiali locali.

Lo scorso maggio, lavori sulla cabina, nota per le sue persiane rosseiniziato con l’obiettivo di ritrovare la sua originaria autenticità. Per la finitura del rivestimento è stata quindi utilizzata la tradizionale tecnica del “legno bruciato”. Questo metodo, che consistee bruciare la superficie del legno per proteggerlo e renderlo più resistenteha permesso di preservare il carattere tradizionale della cabina garantendone la durata.

Il cantiere, della durata di un mese e mezzo, è stato completato nonostante alcuni ritardi nella fornitura. Il costo totale dell’operazione è a 850.000 euro. Uno degli aspetti più impressionanti di questa ricostruzione è l’utilizzo materiali localievidenziando un cortocircuito. Il pin marittimo usato proviene da la foresta di La Teste-de-Buchdevastato da un incendio nel 2022, e la quercia della Dordogna è stato utilizzato anche.

Lo scorso maggio, lavori sulla cabina, nota per le sue persiane rosseiniziato con l’obiettivo di ritrovare la sua originaria autenticità.– ©TVBA TV Bassin d’Arcachon

Il legno danneggiato è stato segato e implementato da imprese locali, dimostrando così un forte impegno a favore dell’economia regionale e della sostenibilità. L’unica eccezione riguarda l’utilizzo di materiali locali i 32 pali che sostengono l’edificio, realizzati in azobé, un legno della foresta equatoriale rinomato per la sua resistenza in ambiente marino.

La Cabane Tchanquée n°3nel suo nuovo vestito, farà presto la proposta visite guidate incentrate sulla storia delle due cabine emblematiche del bacino di Arcachon, le cabine rosse e bianche. Questi tour consentiranno ai visitatori di approfondire la ricca e affascinante storia di questa regione, apprezzandone gli sforzi di restauro e conservazione.

La Cabane Tchanquée n°3nel suo nuovo vestito, farà presto la proposta visite guidate incentrate sulla storia delle due cabine emblematiche del bacino di Arcachon, le cabine rosse e bianche. – ©Jean Dubrous

Il restauro della Cabane Tchanquée n°3 è molto più di un semplice progetto edilizio; simboleggia la resilienza e l’attaccamento della comunità locale al proprio patrimonio. Portato dalla città di La Teste-de-Buch e il Conservatorio costiero, i lavori di ristrutturazione sono riusciti a preservare un pezzo di storia integrando tecniche e materiali contemporanei.

Leggi anche: I saldi estivi 2024 arrivano in Francia e Gironda!

-

PREV Si apre uno spazio per i repubblicani nell’Assemblea nazionale?
NEXT La mostra delle Chorégies d’Orange a Châteauneuf-du-Pape