Legislativo. Quando Pascal Praud fu informato davanti a Gabriel Attal dello scioglimento dell’Assemblea

Legislativo. Quando Pascal Praud fu informato davanti a Gabriel Attal dello scioglimento dell’Assemblea
Legislativo. Quando Pascal Praud fu informato davanti a Gabriel Attal dello scioglimento dell’Assemblea
-

Se avesse diffuso l’informazione, sarebbe potuto essere un grande scoop. Preferiva, e con esso il suo canale, essere un passo avanti. Secondo le informazioni di Mondo Pascal Praud, presentatore stellare di CNewscanale di proprietà di Vincent Bolloré, è stato avvertito dello scioglimento dell’Assemblea nazionale deciso dal Capo dello Stato, ben prima di chiunque altro.
Sono stati due consiglieri dell’Eliseo, Bruno Roger-Petit, consigliere per la memoria di Emmanuel Macron, e l’ex sarkozyista Pierre Charon, anche lui eminenza grigia del presidente, ad allertare Praud il 9 giugno. Questo “intorno alle 18, anche davanti al primo ministro Gabriel Attal e a quasi tutti i membri del governo”scrivono le giornaliste Ariane Chemin e Ivanne Trippenbach che hanno indagato nei giorni scorsi dietro le quinte di questa decisione a sorpresa annunciata la sera di una dolorosa sconfitta alle elezioni europee.
In onda il giorno dopo, la conduttrice di punta se ne vanterà anche domani. “Non l’ho detto, non l’ho twittato. »

Connessioni pericolose

Molti politici e giornalisti si sono indignati per questo trattamento favorevole riservato dall’Eliseo CNews. “L’aneddoto racconta del declino dei vertici dello Stato”, si rammarica, ad esempio, del giornalista Jean-Michel Apathy.

Alexis Lévrier, storico della stampa e dei media, twitta: “Questa ingenuità del macronismo di fronte ai media bolloreani rischia di portarci via la Repubblica”. “Come possiamo credere che Emmanuel Macron non sia un trampolino di lancio per l’estrema destra? » Arthur Delaporte, deputato uscente del PS del Calvados, è indignato.

-

PREV Che tempo farà a Soissons e dintorni domenica 14 luglio 2024?
NEXT ASSE ha una grande preoccupazione per la sua priorità numero 1