Saint-Louis – visita nell’ambito della commemorazione della Giornata internazionale della biodiversità: il ministro Daouda Ngom ricorda la necessità di preservare questa biodiversità e rafforzare la cooperazione tra Senegal e Mauritania

Saint-Louis – visita nell’ambito della commemorazione della Giornata internazionale della biodiversità: il ministro Daouda Ngom ricorda la necessità di preservare questa biodiversità e rafforzare la cooperazione tra Senegal e Mauritania
Saint-Louis – visita nell’ambito della commemorazione della Giornata internazionale della biodiversità: il ministro Daouda Ngom ricorda la necessità di preservare questa biodiversità e rafforzare la cooperazione tra Senegal e Mauritania
-

Il ministro dell’Ambiente e della Transizione ecologica era ieri, giovedì 23 maggio, a Saint-Louis nell’ambito della celebrazione della Giornata Internazionale della Biodiversità commemorato il giorno prima. Daouda Ngomdi fronte alla stampa, ha insistito molto sull’urgenza e sulla necessità di preservare questa biodiversità Oggi seriamente minacciato. Tornò anche sull’importanza per i diversi attori rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra Senegal e Mauritania. La cerimonia si è svolta alla presenza di una delegazione mauritana che hanno accompagnato il Ministro per una visita sul campo.

È la sala cinematografica dell’Istituto francese di Saint-Louis che ha ospitato la cerimonia commemorativa ufficiale della giornata internazionale della biodiversità celebrata il 22 maggio di ogni anno. Sul posto, il ministro dell’Ambiente e della Transizione ecologica, Daouda Ngom, ha sottolineato con grande enfasi l’importanza di preservare la nostra biodiversità, date le numerose minacce che gravano sul nostro ambiente. “Questa celebrazione è un’opportunità per sensibilizzare la comunità internazionale sull’importanza di preservare la biodiversità perché oggi le minacce sono molteplici. Assistiamo sempre più ad una frammentazione degli habitat e alla scomparsa di numerose specie. Assistiamo anche allo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali e all’effetto del cambiamento climatico”, ha spiegato prima di ricordare che “tutti questi fattori contribuiscono ad aumentare l’erosione della biodiversità a livello globale. » Da qui la necessità, secondo lui, di preservare la nostra biodiversità. Ngom non ha mancato di amplificare la cooperazione esistente tra Senegal e Mauritania, che insieme condividono la Riserva della Biosfera Transfrontaliera del Delta del Fiume Senegal (RBTDS). Per il ministro dell’Ambiente e della Transizione ecologica questa cooperazione deve essere rafforzata. “Questa riserva è un ecosistema condiviso tra Senegal e Mauritania e la sua gestione avviene in perfetta collaborazione tra la Direzione del Parco Nazionale Diawling (PND) in Mauritania e la Direzione dei Parchi Nazionali del Senegal”, ha ricordato il signor Ngom. Voleva anche rassicurare sull’impegno del governo nel preservare questa biodiversità. “Oggi abbiamo 6 parchi nazionali, 213 foreste e riserve naturali classificate. Inoltre molti dei nostri siti hanno uno status internazionale”, ha ricordato l’autorità ministeriale.

YVES TENDENG

-

PREV RAPPORTO. Come il Raggruppamento Nazionale colonizzò i comuni periferici dell’Alta Garonna
NEXT Manica. Uomo muore dopo cinque accoltellamenti, donna accusata di omicidio