L’avversario – La RDC senza portiere titolare contro il Senegal: Timothy Fayulu è il degno sostituto di Lionel Mpasi? – Il quotidiano

L’avversario – La RDC senza portiere titolare contro il Senegal: Timothy Fayulu è il degno sostituto di Lionel Mpasi? – Il quotidiano
L’avversario – La RDC senza portiere titolare contro il Senegal: Timothy Fayulu è il degno sostituto di Lionel Mpasi? – Il quotidiano
-

Aliou Cissé svelerà, questo venerdì, la lista del suo gruppo per le partite del prossimo giugno, contro la RDC e la Mauritania, valide per il resto delle qualificazioni ai Mondiali del 2026. Poco prima, il suo omologo della RDC ha rilasciato i suoi 25 Pardi . Un elenco però in cui si notano alcune assenze, come quella del portiere titolare, Lionel Mpasi, per il quale Sébastien Desabre dovrà trovare un sostituto.

Convocato da Sébastien Desabre in vista delle prossime due partite di qualificazione ai Mondiali 2026, Timothy Fayulu torna nella selezione congolese che non ha mai conosciuto.

Di conseguenza, l’operazione per sedurre i tifosi congolesi non sarà facile per il giovane portiere, che qualche anno fa snobbò la Repubblica democratica del Congo in favore dell’Under 23 svizzera. Uno status da titolare da ricercare e un amore popolare da riconquistare, la sfida è lì, davanti al portiere dell’FC Sion, autore di una stagione notevole. Ma è lui il sostituto ideale di Lionel Mpasi, infortunato e fuori?

Niente da dire sulla stagione di Fayulu al club, ma deve confermare questa regolarità nella selezione. Statisticamente, Timothy ha un posto prestigioso davanti a Dimitry Bertaud in cerca di spazio a Montpellier. Le 19 reti inviolate in questa stagione sono un argomento importante che deve pesare sulla bilancia contro Bertaud, o anche Esdras Kabamba, molto inesperto nell’occupare le gabbie dei Leopardi in queste partite molto importanti, contando per il resto delle qualificazioni ai Mondiali 2026, e che sarà decisivo per la RDC che vuole raccogliere 6 punti per ricominciare a sognare l’impresa.

Ma di fronte alla pressione di questi incontri, il portiere del Sion, in Superlega, ha le spalle per interpretare il ruolo di un certo Mpasi?

Bisogna riconoscere che non hanno lo stesso livello e il confronto è difficile. Ma, con il suo talento comprovato e la sua comprovata efficienza, l’ex svizzero U23 ha solo bisogno di una mente d’acciaio per compiere questa delicata missione. Ha avuto un’eccellente stagione da club, realizzando 36 presenze in 36 partite. Statistiche esasperanti, sufficienti a far tremare Dimitry Bertaud. L’ultima parola spetta al tecnico che, è bene ricordarlo, rimarrà orfano anche di due suoi attaccanti: Cédric Bakambu e Silas Katompa.

Lo scorso novembre, durante la prima giornata di qualificazione, la RDC aveva vinto contro la Mauritania (2-0), prima di perdere quattro giorni dopo (1-0) contro il Sudan, nel corso di un incontro che aveva suscitato polemiche. Questa sconfitta la mette già sotto pressione perché i posti per il Mondiale 2026 sono costosi (solo la prima del girone si qualifica direttamente), soprattutto con un avversario del calibro del Senegal nel girone. Il Togo, appena dietro con 2 unità sul cronometro (3 per la RDC), farà di tutto per contrastare i Leopardi.
Con footrdc.com

-

PREV Aurillac. Ampia raccolta di Solidarietà Biologica in collaborazione con il Banco Alimentare
NEXT Elezioni legislative 2024: la deputata uscente Catherine Couturier candidata per il “nuovo Fronte popolare” della Creuse