Monitoraggio dei temporali: Midi-Pirenei con forti temporali, forti piogge dall’Alvernia alla Borgogna

Monitoraggio dei temporali: Midi-Pirenei con forti temporali, forti piogge dall’Alvernia alla Borgogna
Monitoraggio dei temporali: Midi-Pirenei con forti temporali, forti piogge dall’Alvernia alla Borgogna
-

Notizie Meteo

Di Gilles MATRICON, meteorologo

Pubblicato il 05/05/24, aggiornato il 05/05/24 alle 21:33

Attenzione fino a tarda sera a causa dei temporali che circolano da ovest a est del Paese. Il Weather Channel vi informa sugli sviluppi della situazione meteorologica. Questi temporali sono meno diffusi e meno violenti di quelli di mercoledì, ma richiedono particolare attenzione.

Da due settimane il tempo instabile colpisce l’intero Paese, con un susseguirsi di ondate di pioggia-temporale. Sta succedendo di nuovo adesso. Una depressione si è sviluppata nel Mar Celtico e si avvicinerà alla Bretagna questa domenica sera. Fa salire aria molto dolce e instabile che si confronta con l’aria fresca proveniente dal Canale della Manica. Questo conflitto di masse d’aria provoca forti piogge e temporali dal sud-ovest all’est del paese fino a lunedì.

Questa domenica

Alle 21:30, i temporali si abbattono su tutto il Midi-Pirenei. Se l’attività elettrica diminuisce tranne che nell’Ariège, le piogge aumentano tra l’Alta Garonna e il Lot. Questo è anche il caso tra l’Alvernia e la Borgogna: anche lì l’attività elettrica è molto ridotta, ma le piogge restano abbondanti. Queste piogge marcate avanzano questa notte verso la Franca Contea e il Rodano-Alpi.

Alle 20:50, la zona di forti temporali che si è verificata in prima serata sugli Alti Pirenei prende una direzione dritta verso est. L’Alta Garonna e la regione di Tolosa sono nel mirino dell’avvicinarsi dei temporali che possono essere accompagnati da grandine al loro passaggio.

Alle 20:20, le tempeste cominciano a lasciare l’Aquitania. Riguardano l’ovest dell’Occitania, il Massiccio Centrale e la Borgogna. Colpita la regione di Tolosa. Il totale delle precipitazioni registrate nelle ultime 3 ore (tra le 17 e le 20) ha raggiunto quasi 50 mm ad Avree nella Nièvre e 34 mm ad Aurillac nel Cantal, corrispondenti a 2 settimane di precipitazioni nel mese di maggio.

Alle 20, Il Gers e il Cantal sono particolarmente colpiti dai temporali che attraversano questi dipartimenti da ovest a est. Sono accompagnati dalla grandine intorno ad Auch. Altri temporali, molto piovosi, colpiscono l’ovest del Massiccio Centrale (a nord dell’Aveyron, Puy-de-Dôme, Allier) fino alla Borgogna.

Alle 19:30, si segnalano numerose ondate di tempeste su un asse che si estende dal sud dell’Aquitania e degli Alti Pirenei fino alla Dordogna, all’Alvernia, alla Borgogna e alla Lorena. Fate attenzione se vi trovate nelle zone di Tarbes, Auch, Aurillac, Vichy. È in Borgogna che i temporali sono più attivi con un’elevata intensità di pioggia.

Alle 18, i temporali continuano a scoppiare tra i Pirenei Atlantici, l’ovest del Massiccio Centrale, il Limosino, il Poitou, il nord dell’Alvernia-Rodano-Alpi, la Bourogne a nord della Lorena. A differenza dei temporali di mercoledì sera, i temporali di questa domenica sono meno organizzati e quindi meno distruttivi. Ma sono molto piovosi e ogni tanto portano grandine.

Questi temporali colpiranno questa notte tutte le regioni orientali, dove porteranno accumuli significativi di precipitazioni compresi tra 20 e 40 mm in media fino a lunedì pomeriggio, occasionalmente 80 mm nelle Prealpi e nel Cantal.

Alle 17:30, l’asse della tempesta è ancora in atto dall’Aquitania orientale al Limosino, perdendo forza. Altri temporali più sparsi si sono verificati nell’Alvernia centrale, nella regione Centro-Valle della Loira, nel Morvan e nel nord della Lorena.

Alle 17, l’attività temporalesca si rafforza lungo la perturbazione, delimitando l’aria fresca dell’Atlantico e l’aria calda proveniente dalla Spagna. Questo conflitto di masse d’aria favorisce lo scatenamento di tempeste tra l’Aquitania, il Limosino, il nord dell’Alvernia-Rodano-Alpi risalendo verso la Borgogna e la Lorena.

Alle 16:30, una raffica ha appena raggiunto i 91 km/h sotto il temporale appena passato su Bergerac dove la temperatura è scesa in pochi minuti da 24 a 14°C. L’est del dipartimento della Dordogna è interessato da grandinate e piogge temporaneamente intense. La situazione è sotto sorveglianza anche in Borgogna dove si stanno formando delle cellule temporalesche.

Alle 16:15, In particolare le tempeste elettriche si estendono dal centro delle Landes fino alla Dordogna. Il settore di Bergerac è stato spazzato da forti temporali. È stata segnalata grandine nella zona intorno a Périgueux.

Alle 15:30, i primi temporali del nuovo degrado si segnalano tra l’Aquitania centrale e il Limosino. È in Dordogna che sono più attivi. Altri temporali, più sparsi, si segnalano tra l’Alvernia, il nord del Rodano-Alpi e la Côte-d’Or.

-

PREV Elezioni europee: l’eurodeputata ambientalista Caroline Roose in visita a Creuse per la campagna EELV
NEXT L’UE accusata di finanziare l’abbandono dei migranti nel Sahara – Telquel.ma