Calcio, Ligue 2: lo Stade Malherbe Caen vuole restare vivo nella corsa ai play-off

Calcio, Ligue 2: lo Stade Malherbe Caen vuole restare vivo nella corsa ai play-off
Calcio, Ligue 2: lo Stade Malherbe Caen vuole restare vivo nella corsa ai play-off
-

Sono già stati venduti più di 17.000 posti per la partita Caen-Laval di venerdì 3 maggio. Un segnale di forte attesa popolare per questo incontro cruciale tra due squadre concorrenti nella corsa agli spareggi per l’accesso alla Lega 1”.Vogliamo davvero offrire a questo fantastico pubblico una nuova partita ad alto rischio nell’ultima giornata contro il Valenciennes. Si comincia quindi con una vittoria contro Laval” riassume il capitano dell’erbaccia Romain Thomas. “È anche una questione di orgoglio, di rappresentanza del club” sostiene l’allenatore Nicolas Seube, consapevole che esiste molte questioni alla fine della stagione

In caso di sconfitta, lo Stade Malherbe potrebbe essere definitivamente lasciato indietro se Rodez (accoglienza dell’Annecy) e Paris FC (trasferta ad Auxerre) vincessero le loro partite. Bisognerà anche evitare la condivisione dei punti. “A fine campionato i pareggi non pagano” ricorda Nicolas Seube. “Era già così la settimana scorsa a Saint-Etienne, noi puntavamo alla vittoria dei primi 5 e loro anche dei primi 2 e la partita è stata aperta”. Sfortunatamente lo è Saint-Etienne che si è imposto, senza genio ma con il necessario realismo. Tocca a Malherbistes trarre ispirazione dalla ricetta Saint-Etienne in questo momento di soldi in cui la mente è essenziale. “Dobbiamo dare la carica in questo finale di stagione e credo che potremo vincere le ultime tre partite della stagione” insiste Romain Thomas.

Meglio girare intorno a Mendy

Per questo finale di stagione cruciale, lo Stade Malherbe deve soprattutto ritrovare efficienza in casa. Nelle ultime cinque gare giocate a Ornano i Caennais hanno segnato una media di gol a partita. Una dieta leggera che corrisponde al periodo di scarsità del capocannoniere del club Alexandre Mendy, silenzioso in casa dal 26 febbraio. Da difensore saggio, Romain Thomas vede in questo una conseguenza della marcatura molto stretta delle squadre avversarie nella classifica cannonieri del campionato. “Spesso ne fanno due o tre riprese. Certo è che viene individuato come il pericolo numero 1, soprattutto qui a Ornano. Se giocassi nel campo avversario, farei esattamente lo stesso”.

Alexandre Mendy osservato da vicino dalle difese avversarie, “privilegio” concesso al capocannoniere del campionato © Maxpp
Tommaso Bregardis

Da bordo campo, Nicolas Seube è giunto alla stessa conclusione. Il tecnico chiede alla sua squadra un cambio di filosofia nelle fasi offensive. “Siamo troppo concentrati su Alex, diventa automatico. Ho fatto un debriefing con i giocatori dopo il Saint-Etienne dove hanno guardato troppo Alex anche se c’erano partner in una posizione migliore per segnare”. Il tecnico deplora una squadra prevedibile che gioca troppo spesso nei confronti del suo pirotecnico. Nicolas Seube vuole più diversità sul fronte offensivo per allungare meglio le difese avversarie, costringendole a lasciare andare Alexandre Mendy che alla fine sarebbe più pericoloso solo con un po’ più di spazio per esprimersi.

Nicolas Seube potrà contare su quasi tutta la sua forza lavoro. Mancherà solo il difensore Brahim Traoré, espulso la settimana scorsa durante la partita del St-Etienne e quindi automaticamente squalificato. L’allenatore del Caen ha fatto sapere di aver fatto la sua scelta sul giocatore che sarà schierato nella cerniera centrale ma di tenerla segreta. “Posso solo dirti che sarà… un difensore!“, ha maliziosamente calciato in touch.

Caen-Laval, per la 36esima giornata di Ligue 2, una partita che potrete vivere appieno durante la nostra serata calcistica su France Bleu dalle 19:00 alle 23:00. Il calcio d’inizio sarà alle 20:00.

#French

-

PREV Loira Atlantica. Questa cittadina a sud di Nantes diventa città ambasciatrice della donazione di organi
NEXT La Dolce Vita 2024 a Thionville: date, programma e highlights della 3a edizione