Gaza: la Corte Internazionale di Giustizia respinge la richiesta del Nicaragua contro la Germania

Gaza: la Corte Internazionale di Giustizia respinge la richiesta del Nicaragua contro la Germania
Gaza: la Corte Internazionale di Giustizia respinge la richiesta del Nicaragua contro la Germania
-

Il Nicaragua aveva chiesto alla Corte Suprema delle Nazioni Unite di ordinare alla Germania di interrompere gli aiuti militari a Israele.

ANNUNCIO

Martedì la più alta corte delle Nazioni Unite ha respinto la richiesta del Nicaragua di ordinare alla Germania di tagliare gli aiuti militari e di altro tipo a Israele e di rinnovare i finanziamenti all’agenzia umanitaria delle Nazioni Unite a Gaza.

La Corte internazionale di giustizia ha affermato che le condizioni legali per emettere un simile ordine non erano soddisfatte e ha respinto la richiesta con 15 voti contro 1.

Chiudi la pubblicità

“Sulla base degli elementi di fatto e delle argomentazioni di diritto presentate dalle parti, la Corte conclude che, allo stato, le circostanze non sono tali da richiedere l’esercizio del proprio potere (…) di indicare misure cautelari”ha dichiarato Nawaf Salam, presidente della Corte.

Tuttavia, il collegio di 16 giudici ha rifiutato di archiviare completamente il caso, il che significa che continuerà ad essere esaminato dalla Corte.

Il signor Salam ha detto che la Corte “rimane profondamente preoccupato per le catastrofiche condizioni di vita dei palestinesi nella Striscia di Gaza, soprattutto alla luce della prolungata e diffusa privazione di cibo e di altri beni di prima necessità a cui sono stati sottoposti”.

Il Nicaragua, alleato di lunga data dei palestinesi, afferma che la Germania sta consentendo il genocidio inviando armi e altro sostegno a Israele. La sentenza di martedì della Corte internazionale di giustizia riguarda solo le ordinanze preliminari in un caso che probabilmente richiederà anni per essere risolto. La Germania respinge queste accuse.

-

PREV Edgard Leblanc Fils scelto come presidente del consiglio di transizione
NEXT VIDEO. Hanno sentito grida soffocate: sepolto vivo da una persona cara, ha trascorso quattro giorni in un “caveau improvvisato”