Accusato di plagio, il film “Sous la Seine” non sarà rimosso da Netflix, decide il tribunale

Accusato di plagio, il film “Sous la Seine” non sarà rimosso da Netflix, decide il tribunale
Accusato di plagio, il film “Sous la Seine” non sarà rimosso da Netflix, decide il tribunale
-

Il film francese più visto su Netflix, “Sous la Seine”, continuerà a essere disponibile sulla piattaforma, ha stabilito mercoledì il tribunale di Parigi, assolvendo in procedimento sommario il regista Vincent Dietschy che accusava la piattaforma di plagio. In questa procedura d’urgenza, la giustizia non si è pronunciata nel merito di questo film, con Bérénice Bejo, su uno squalo assassino che dilaga durante le Olimpiadi di Parigi.

Ma ha ritenuto “inammissibile” la richiesta del signor Dietschy e della sua co-autrice Emily Barnett di vietarne la trasmissione, perché hanno attaccato la filiale francese di Netflix e non la sede europea della piattaforma americana, con sede nei Paesi Bassi. “La società SAS Netflix France non è l’operatore, l’editore o l’host della piattaforma Netflix che sembra essere la società Netflix International BV”, sottolinea l’ordinanza provvisoria, consultata dall’AFP.

In un procedimento separato, Vincent Dietschy ha presentato una denuncia nel merito contro i produttori del film diretto da Xavier Gens. Il signor Dietschy, regista di “Julie is in love” (1998) o “Didine” (2008), ritiene che la sceneggiatura di “Sous la Seine” sia modellata su uno dei suoi progetti, “Silure”, che risale al 2011.

” Il progetto Pesce gatto (…) ha la stessa storia»

Secondo quanto sostenuto dalle parti ricorrenti dinanzi ai giudici sommari, “il progetto Pesce gatto (…) ha la stessa storia, gli stessi personaggi e diverse scene identiche del film Sotto la Senna che quindi considerano parassitario”, nozione vicina al plagio e alla concorrenza sleale. Un argomento contestato da Netflix che sostiene che “le somiglianze evidenziate dal querelante sono discutibili” e “che non ci sono prove per dimostrare che una terza parte abbia avuto accesso al lavoro di Mr. Dietschy”.

Il progetto “Catfish” è basato sulla storia di una giovane poliziotta, sommozzatrice della brigata fluviale di Parigi, che si confronta con un gigantesco e aggressivo pesce gatto. Il blockbuster racconta come, alla vigilia dei Giochi Olimpici di Parigi, “un brillante scienziato viene allertato da un giovane attivista devoto all’ecologia, della presenza di un grande squalo nelle profondità del fiume”, spiega la sinossi.

videoForse il megalodonte non era poi così terrificante

Secondo la piattaforma di streaming, “Sous la Seine” ha più di 84 milioni di visualizzazioni, diventando così il quarto film non inglese più visto su Netflix.

-

PREV Box-Office: grazie soprattutto al fenomeno Artus “Una piccola cosa in più”, a giugno l’affluenza in sala è ai massimi livelli da 11 anni
NEXT Longlegs di Oz Perkins con Maika Monroe e Nicolas Cage: la nostra opinione e trailer