Leos Carax, ricordi del presente per la bellezza del gesto

Leos Carax, ricordi del presente per la bellezza del gesto
Leos Carax, ricordi del presente per la bellezza del gesto
-

È stato un evento e una delle grandi emozioni dell’ultimo Festival di Cannes, è uscito finalmente mercoledì nelle sale, al culmine dei suoi 42 minuti, il nuovo film dell’uomo che dal 1984 è apparso successivamente come il giovane Rimbaud, come un poeta maledetto, che scompare anima e corpo, e ritorna con le sembianze di un mito vivente – prendendo quasi simbolicamente (dovete vedere il fervore dei giovani che assistono a ciascuna delle sue apparizioni!) il posto di uno scomparso Jean-Luc Godard , con il quale continua in questo film un dialogo ininterrotto fin da prima delle sue prime immagini, riprendendo formalmente, ma con molto più umorismo e amore, la struttura del suo Storia(i) del cinema e altro Libro illustrato. COME Leone Carax ci invita a fare in modo che questa esclamazione in forma di diniego infantile, Non sono iolo abbiamo inteso come un “questo siamo noi”, questi 40 anni che abbiamo trascorso con le sue immagini e i suoi suoni, il suo “cinema-romanticismo” infestato da amore, morte e fantasmi, di vita come il cinema, Plan Large ti invita ad immergerti riprovaci in 6 stazioni e altrettanti lungometraggi, a partire da quello inaugurale Ragazzo incontra ragazza alla coda provvisoria cioè Annettacon il suo alter ego sullo schermo Denis Lavantdal suo editore fin dagli esordi, o quasi, Nelly QuettierE Judith Revault d’Allonnes “responsabile del Cinema presso il Dipartimento Cultura e Creazione del Centre Pompidou”, e come tale all’origine lontana di quello che è diventato Non sono io…

Denis Lavant e Annette, all’uscita dalla proiezione di “C’est pas moi” al Festival di Cannes nel maggio 2024
©Radio Francia -Antoine Guillot

Santi Motori

Pola X

Cattivo sangue

Leggi anche:

Holy Motors di Leos Carax di Judith Revault d’Allones pubblicato da Yellow Now

Chiudi la chiamata di Denis Lavant, presso Impressions Nouvelles

Il diario del cinema

Articolo di Mathieu Macheret: L’impero dei sensi di Nagisa Ōshima (Edizione da collezione di Carlotta Films)

Nagisa Ōshima non è il primo con L’impero dei sensi cogliere la storia di Abe Sada, autentica eroina di una cruenta notizia che nel 1936 suscitò grande scandalo in Giappone, il compiacente sottogenere erotico pinku eiga ha già deliziato lei, ma è senza dubbio il primo a non disprezzare lei, questa geisha, e a fare, nel 1976, della sua storia quella di un amore folle, una vera e propria “corrida dell’amore”, per usare un’espressione il significato originale del titolo giapponese, Ai no korida

“L’impero dei sensi” di Nagisa Oshima
-Carlotta Film

Gli annunci di Plan Large

Per saperne un po’ di più Leone Carax, e i film che lo popolano, la sua lista di 50 film è disponibile su LaCinetek, la cineteca online per i registi. LaCinetek alla quale questo mese ha affidato l’esercizio Alberto Serra, celebra il Mese dell’orgoglio con il Harvey Latte di Gus Van Sant, e propone una selezione tematica di professioni poco rappresentate sullo schermo, si intitola ” Tempo pieno “. Per vincere abbonamenti annuali a LaCinetek, ora è sul conto Francia Cultura Instagram.

Una delle nostre ospiti, Judith Revault d’Allonnes, ha orchestrato a Fine settimana delle meraviglie al Centro Pompidoucon proiezioni e incontri entusiasmanti, per andare un po’ oltre Ampio piano che abbiamo dedicato all’argomento due settimane fa. Ci sono ancora posti, approfittane!

Due festival si aprono il 18 giugno: a Parigi, il Festival del cinema degli Champs-Élyséescon la sua selezione di film indipendenti americani e francesi, e una bella retrospettiva sugli assassini, in cortometraggi e lungometraggi, e sulla Costa Basca, la seconda edizione del Festival del cinema di Biarritz – nuove ondate, con l’attrice spagnola appena premiata a Cannes per la sua interpretazione diEmilia Perez di Jacques Audiard, Karla Sofia Guasconecome ospite d’onore.

In televisione, il canale Arte lancia la terza edizione del suo “ ArteKino Classici », con 17 grandi classici del cinema europeo in versione restaurata, tra cui il Roma, città aperta di Rossellini e Il Bidone di Fellini, che aprono questa nuova stagione.

E infine, per dibattere su dove sia la critica cinematografica, Documentario sul grande schermo vi propone mercoledì alle 18,30 al Forum des Images di Parigi a incontro con la redazione cinema del quotidiano Libération, oggi e ieriil tutto seguito dalla proiezione di Spettatori di cinema di Louis Skorecki.

Clip audio

  • Estratto di Il ragazzo si incontra di Leos Carax (1984)
  • Estratto di Cattivo sangue di Leos Carax (1986)
  • Estratto da Amanti di Pont-Neuf di Leos Carax (1991)
  • Estratto di Pola X di Leos Carax (1999)
  • Estratto di Santi Motori di Leos Carax (2012)
  • Estratto daAnnetta di Leos Carax (2021)
  • Estratto di Cattivo sangue di Leos Carax (1986)
  • Estratto di L’impero dei sensi di Nagisa Ōshima (1976)
  • Musica di L’impero dei sensi di Minoru Miki

-

NEXT Wolverine contro Sabretooth: il secondo round si svolgerà in Deadpool 3 e abbiamo le immagini! – Notizie sul cinema