Il sindaco di Carhaix vuole davvero mantenere il festival più grande di Francia?

Il sindaco di Carhaix vuole davvero mantenere il festival più grande di Francia?
Il sindaco di Carhaix vuole davvero mantenere il festival più grande di Francia?
-

Giovedì 11 luglio, David Guetta aprirà il ballo da concerto nel sito di Kerapuilh a Carhaix (Finistère). Anche quest’anno, se ci limitiamo solo al lato artistico e festoso, il festival si preannuncia bellissimo. Tuttavia, già da diversi mesi, una musica di sottofondo un po’ fastidiosa aleggia sulle Vieilles Charrues. Uno dei festival più grandi di Francia, che accoglie fino a 70.000 persone ogni giorno, è al centro di un conflitto con il comune giunto al culmine.

Mercoledì 10 luglio, il giorno prima dell’inaugurazione, viene organizzato un incontro di mediazione e ultima opportunità. La prefettura, la Regione Bretagna, il Dipartimento, il sindaco e il festival saranno attorno al tavolo per cercare di raggiungere un accordo di pace. Altrimenti questa edizione potrebbe essere l’ultima.

Le ragioni della discordia si sono accumulate negli ultimi mesi. Royalty di 367.000 euro, prelazione su un edificio che il festival avrebbe dovuto acquistare, perdita di terreno… La direzione di Vieilles Charrues critica diverse decisioni del comune di Carhaix, riportate negli ultimi mesi sulle nostre colonne. “Se non cambia nulla, il festival potrebbe essere la fine” hanno avvertito gli organizzatori. Christian Troadec, sindaco regionalista e cofondatore della manifestazione, parla di ricatto “far piegare la comunità” e castiga “La corsa al gigantismo. »

La gestione di Kerampuilh al centro del conflitto

Anche se dice di esserlo “favorevole al mantenimento delle Vieilles Charrues a Carhaix” e ne garantisce la disponibilità “tutte le possibili condizioni umane, tecniche e finanziarie a disposizione del festival”, un susseguirsi di eventi e di decisioni ci permette di dubitarne.

Piccola storia. Nel giugno 2021 il consiglio regionale, il comune, Vieilles Charrues e la società di economia mista SemBreizh si accordano per portare avanti insieme la cogestione di Kerampuilh attraverso il progetto “Breizh Park”, in una società ad economia mista (SEM). Soddisfazione generale, tutti vanno avanti e vengono firmati gli accordi per definire le linee generali di questo progetto che prevedeva tre edifici, di cui uno da realizzare, il “palazzetto dello sport”, dedicato alla cultura e allo sport.

Poi passano i mesi e non succede nulla. Nell’agosto 2023, con sorpresa di tutti, il sindaco di Carhaix ha spazzato via l’accordo, nel bel mezzo del Festival Motocultor, che aveva portato da Saint-Nolff (Morbihan). Nonostante gli impegni presi con la regione e con la direzione di Vieilles Charrues, Christian Troadec ha creato un’azienda pubblica locale (SPL). La differenza ? Solo gli enti locali possono essere azionisti. Uscita, quindi, le Vieilles Charrues. Tutto questo senza avvisare il proprio consiglio comunale che aveva comunque validato il progetto iniziale.

“Una vera mancanza di trasparenza”

Secondo un rappresentante comunale dell’opposizione, “C’è una vera mancanza di trasparenza. Perché questo cambiamento? Quando non è lui il capo, le cose si bloccano. Con una SPL, ha la mano. »

Una volta finalizzato il suo progetto, il sindaco lo sottopone al consiglio comunale per una votazione nel dicembre 2023. “Lo scopo della futura SPL sarebbe lo sviluppo e la gestione […] dal centro congressi e…

-

PREV “L’Orso” torna su Disney+ con Ayo Edebiri, e conferma l’ascesa dell’irresistibile attrice
NEXT Recensione di Suoni – Zickma