Shay, Ninho, Yamê… We Love Green si concentra nuovamente sul rap

Shay, Ninho, Yamê… We Love Green si concentra nuovamente sul rap
Shay, Ninho, Yamê… We Love Green si concentra nuovamente sul rap
-

La tredicesima edizione del festival si svolge dal 31 maggio al 2 giugno, nel cuore del Bois de Vincennes, a Parigi, suscitando attesa e, ancora una volta, polemiche.

Dopo Orelsan, Lomepal, Disiz o Lorenzo nel 2023, l’edizione We Love Green del 2024 gioca ancora una volta la carta del rap, un genere che domina le classifiche francesi. In programma quest’anno: Josman, Shay, Ninho e Yamê, tutti premiati ad aprile, durante la seconda edizione dei Flames. Altre star includono i DJ Peggy Gou e Kaytranada. Ma anche il duo electro Justice e la cantante SZA.

Dal 2011 We Love Green fa ballare i frequentatori del festival con l’obiettivo di sensibilizzare sui temi ambientali e sociali. Nel menu per i suoi 13e edizione, che si svolgerà dal 31 maggio al 2 giugno, una cinquantina di fast-food propongono piatti vegetariani e stoviglie riutilizzabili al 100%. Sul fronte della programmazione, convegni attorno agli attori impegnati a favore dell’ambiente.

Ma anche quest’anno il festival non è sfuggito alle polemiche. Nel 2023 diverse associazioni si sono mobilitate contro l’arrivo di 120.000 persone in uno dei pochi spazi verdi della capitale durante il periodo della nidificazione. “In effetti, disturbiamo gli uccelli, ma a Vincennes non esistono specie in pericolo di estinzione. ha spiegato Marie Sabot, fondatrice di We Love Green Figaro. Quest’anno, l’associazione Paris Animaux Zoopolis si batte e denuncia un festival che “sotto la copertura dell’ecologia si prende gioco della condizione animale e degli animali parigini”.

Leggi ancheDovremmo preferire il canto degli uccelli a quello degli artisti di We Love Green?

Sul palco ci sarà qualcosa per tutti. Ninho, Hamza e Shay inizieranno venerdì 31 maggio. Josman, Lala&Ce subentrerà sabato 1 giugno. Luidji, l’algerino Tif e Yamê, rivelazione dell’anno ai Victoires de la musique 2024, chiuderanno la 13e edizione di We Love Green, domenica 2 giugno. Headliner sabato, il duo elettronico francese Justice ha diritto al palco principale. Ma il festival è anche l’occasione per gli appassionati di musica elettronica di scoprire Gaspard Augé e Xavier de Rosnay sul grande palco di La Prairie, otto anni dopo l’uscita del loro ultimo disco, nel 2016.

Leggi anche“Le cifre sono enormi e non scendono mai”: la ricetta magica di Jul, bancomat del rap francese

Anche la cantante R&B e soul SZA, artista con nove nomination ai Grammy Awards di febbraio, è una delle star più attese. Il suo successo Uccidi Bill, presentato nel 2022, si ispira ai film di Quentin Tarantino e ad oggi conta più di un miliardo di ascolti su Spotify. Il secondo album dell’americano ha avuto un successo simile, arrivando ai vertici della classifica Cartellone 200 dieci settimane di fila. A pochi giorni dal calcio d’inizio restano disponibili alcuni biglietti, dal biglietto giornaliero venduto a 79 euro all’abbonamento due giorni a 139 euro.

-

NEXT Valady. Jean Couet-Guichot e Gaya Wisniewski, due artisti residenti nella regione