Almeno 50.000 anni: il dipinto più antico del mondo scoperto in Indonesia: Novità

-

Un grande maiale rosso circondato da tre figure umane: la scena fu dipinta più di 51.000 anni fa sulla parete di una grotta in Indonesia, rendendola, secondo uno studio, l’opera d’arte figurativa più antica del mondo.

Anche se di aspetto modesto, il disegno “racconta chiaramente una storia che costituisce la più antica prova conosciuta di narrazione”, ben anteriore alle pitture rupestri di Lascaux e Chauvet in Francia, ha spiegato in una conferenza stampa l’archeologo Adam Brumm, uno degli autori del disegno studio pubblicato mercoledì su Nature.

Il record precedente apparteneva a una scena di caccia individuata dallo stesso team di ricercatori nel 2019, in una grotta indonesiana, la cui età era allora stimata in quasi 44.000 anni.

L’ultima scoperta, nella vicina grotta di Maros-Pangkep, sull’isola di Sulawesi, segna “la prima volta che abbiamo superato la barriera dei 50.000 anni”, l’archeologo Maxime Aubert, dell’Università australiana Griffith, coautore dello studio studio.

Il fatto che i primi rappresentanti della nostra specie siano stati in grado di raccontare una storia così “sofisticata” attraverso l’arte potrebbe riscrivere la nostra comprensione dell’evoluzione cognitiva dell’Homo sapiens, ha aggiunto.

Ad oggi il lavoro, i ricercatori hanno utilizzato un nuovo metodo che utilizza laser e software per generare una “mappa” dei campioni di roccia.

Questa tecnica di ablazione laser è più precisa, più semplice, più rapida, più economica e richiede campioni di roccia molto più piccoli rispetto al metodo precedente, spiega Maxime Aubert.

Esso non consente di datare direttamente il dipinto ma i diversi strati di minerali che nel tempo si sono agglomerati su di esso. I ricercatori sono riusciti ad accedere allo strato più vicino al dipinto e quindi a determinarne con precisione l’età minima.

Il team ha prima testato la nuova tecnica sul precedente detentore del record. Ha stabilito che la scena di caccia aveva in realtà almeno 48.000 anni, 4.000 anni in più rispetto al metodo di datazione del 2019.

Il team ha poi testato il metodo laser su un dipinto senza data, avvistato per la prima volta nella grotta dell’isola di Sulawesi nel 2017. Verdetto: la sua età minima è di 51.200 anni.

– Descrizione di un’azione –

Il dipinto, in pessime condizioni, rappresenta tre figure attorno ad un maiale selvatico.

È difficile comprendere il significato di queste immagini di colore rosso, ma descrivono chiaramente un’azione, come l’enigmatica “scena del pozzo di Lascaux” (21.000 anni) che rappresenta un uomo con la testa di uccello, capovolto da un bisonte .

Maxime Aubert ipotizza che l’opera sia stata probabilmente realizzata dai primi gruppi di esseri umani che attraversarono il sud-est asiatico prima di arrivare in Australia, circa 65.000 anni fa. “Probabilmente è solo questione di tempo prima di trovare campioni più antichi”, pensa l’archeologo.

Le prime immagini prodotte dalla mano dell’uomo conosciute fino ad oggi sono semplici linee e motivi realizzati in ocra, scoperti in Sud Africa e risalenti a 100.000 anni fa.

Esiste quindi un “enorme divario” tra questa arte primitiva e le pitture rupestri indonesiane, 50.000 anni dopo, osserva Maxime Aubert.

Prima di queste scoperte in Indonesia, si riteneva che le prime narrazioni fossero emerse nell’Europa occidentale, in particolare con la scoperta della scultura in avorio di un uomo con la testa di leone, vecchio di 40.000 anni, in Germania.

La data stimata dell’arte rupestre indonesiana è “piuttosto sorprendente” perché è molto più antica di quella che è stata scoperta altrove, inclusa l’Europa, ha commentato Chris Stringer, un antropologo del Museo di Storia Naturale di Londra che non ha partecipato allo studio .

Le conclusioni dello studio Nature sembrano solide, ma dovranno essere confermate, secondo lui, da datazioni più approfondite.

“Secondo me, questa scoperta rafforza l’idea che l’arte figurativa è stata prodotta per la prima volta in Africa 50.000 anni fa e che il concetto si è diffuso con la diffusione della nostra specie”, ha dichiarato all’AFP. “Se questo è vero, devono ancora emergere molte nuove prove provenienti da altre regioni, in particolare dall’Africa”.

-

PREV Almeno 50.000 anni: scoperto in Indonesia il dipinto più antico del mondo: Novità
NEXT Mostra “Berthe Morisot a Nizza, soste impressioniste”