Bitcoin: correlazione con il tasso di rendimento, un mito?

-


9:00 ▪
8
lettura minima ▪ di
Laetitia B.

Negli ultimi due anni c’è stata molta volatilità in termini di tassi di interesse. In che modo una variazione del tasso di rendimento può influenzare un asset come il bitcoin? Qui vedremo insieme i diversi fattori che circondano la variazione dei tassi e le conseguenze su bitcoin.

Perché il rendimento a 10 anni è importante?

Il tasso di rendimento statunitense a 10 anni è uno dei tassi di interesse più osservati al mondo. Ci sono diversi fattori che spiegano questo. Inizialmente viene utilizzato come investimento meno rischioso poiché si prevede che il Tesoro americano ripagherà il capitale investito alla data di scadenza. Il rischio risiede nella solvibilità del Paese. Pertanto, poiché è considerato a basso rischio, verrà spesso paragonato ad altre classi di attività. Questo per sapere se il compenso sarà redditizio oppure no. Pertanto, l’obiettivo è cercare un rendimento superiore al “rischio libero” se prendiamo un asset con più rischio. In secondo luogo, anche il tasso di rendimento a 10 anni avrà un ruolo in relazione ad altri debiti. Ciò influenzerà, ad esempio, i tassi utilizzati per i mutui immobiliari o i mutui ipotecari.

Fattori che influenzano il tasso di rendimento a 10 anni

La variazione del tasso di rendimento a 10 anni (tasso di interesse) può derivare da diversi motivi come l’evoluzione della crescita, l’inflazione, le decisioni della banca centrale, l’offerta e la domanda… Poiché evolve in base a diversi fattori, l’impatto sugli attivi può differire a volte. Ecco perché è importante conoscere la ragione alla base del movimento e dell’ambiente.

Ad esempio, il tasso di rendimento a 10 anni potrebbe aumentare perché stiamo accelerando la crescita. E poi potrebbe continuare a salire perché c’è pressione sull’inflazione derivante dall’accelerazione della crescita. In entrambi i casi, il tasso di interesse aumenta, ma l’impatto sugli asset sensibili ai tassi di interesse sarà diverso. È tutta una questione di equilibrio rispetto al tasso obiettivo di inflazione.

A seconda del clima economico (inflazione, crescita), le decisioni delle banche centrali sul tasso di riferimento influenzeranno anche l’evoluzione dei tassi, nonché l’offerta e la domanda. Ad esempio, quando la banca centrale aumenta i tassi per rallentare l’inflazione, arriva un punto in cui i tassi a breve termine supereranno quelli a lungo termine. La fase in cui è restrittiva. Ciò incoraggerà quindi gli investitori a favorire i buoni del Tesoro a breve termine rispetto alle obbligazioni a lungo termine perché il tasso di rendimento è migliore. E viceversa, quando la banca centrale decide di abbassare i tassi, ciò può incoraggiare gli investitori a favorire le obbligazioni poiché la curva dei rendimenti dovrebbe normalizzarsi (tassi a breve termine inferiori a quelli a lungo termine).

Bitcoin è piuttosto sensibile alle variazioni dei tassi di interesse come molti altri asset. In passato, a volte il tasso di rendimento aumentava e così anche il bitcoin, proprio come a volte il tasso scendeva e il bitcoin saliva. E più raramente accade che i tassi scendano e lo fa anche il bitcoin. Ciò può creare confusione, ma è qui che dobbiamo determinare il motivo del movimento del tasso di rendimento. Faremo alcuni esempi per facilitarne la comprensione.

Ad esempio, se il tasso di rendimento a 10 anni aumenta perché la crescita accelera, la variazione del bitcoin dovrebbe essere positiva poiché la fiducia degli investitori nell’investimento è tornata. Possiamo vederlo nel grafico sottostante dopo il punto più basso della crisi Covid. I tassi stanno aumentando con bitcoin.

L’altro esempio riportato di seguito evidenzia l’aumento del tasso di rendimento a seguito di un aumento del livello di inflazione. Un aumento dei prezzi può essere una conseguenza tardiva dell’accelerazione della crescita. In questo tipo di situazione, diversi asset rischiosi, incluso il bitcoin, trovano più difficoltà perché il tasso aumenta per rallentare l’inflazione mentre la crescita rallenta. In questo tipo di clima, il bitcoin è più fragile. Quie grafico del bitcoin e tasso di rendimento in questo tipo di ambiente.

bitcoin, tasso di rendimento, correlazione
Fonte: Tradingview

Ci sono diverse ragioni che possono spiegare questo, in particolare il caso dell’indebolimento del potere d’acquisto. Gli investitori sono più scettici riguardo all’investimento di capitali. D’altra parte, poiché il costo del prestito è più elevato, ciò limita la potenziale leva finanziaria utilizzata dalle imprese per crescere. Questo vale anche per le famiglie che chiederanno meno prestiti per consumare. Ciò può avere un impatto rapido sugli asset più sensibili al rischio, come le piccole imprese o gli asset speculativi. L’investitore favorirà investimenti sicuri privilegiando prodotti a basso rischio come i buoni del tesoro.

Bitcoin, inflazione e tasso di rendimento

Bitcoin è stato strategicamente progettato per affrontare l’inflazione attraverso l’espansione dell’offerta di moneta. Il processo di dimezzamento ridurrà il tasso di inflazione ogni 4 anni. Questa dinamica consente al bitcoin di essere rialzista a lungo termine finché continuiamo ad avere una crescita dell’offerta di moneta.

Nonostante il suo tasso di inflazione venga ridotto ogni 4 anni, non è servito da copertura contro il forte aumento dell’inflazione che è stato accompagnato da un aumento del tasso di rendimento nel 2022. Ciò è spiegato in particolare dal fatto che bitcoin è un asset in bonis quando le condizioni finanziarie sono favorevoli. Quando le banche centrali hanno attuato un programma restrittivo attraverso rialzi dei tassi, le condizioni finanziarie sono diventate più difficili. Il dollaro USA si è rafforzato, i tassi sono aumentati e la crescita dell’offerta di moneta è diminuita. Di conseguenza, il bitcoin è caduto.

Bitcoin tende a dare risultati positivi quando le condizioni finanziarie sono più accomodanti. Anche se la FED ha mantenuto i tassi elevati nel 2023 (il che significa mantenere elevato il tasso di rendimento), il processo di disinflazione, la pausa della FED e il calo del dollaro hanno reso le condizioni finanziarie più flessibili. Ciò spiega anche la ripresa economica e quella del bitcoin nonostante i tassi ancora elevati. Questo è il motivo per cui è importante comprendere l’ambiente economico per determinare la variazione di asset come bitcoin.

CONCLUSIONE

Il tasso di interesse o il tasso di rendimento ha una forte influenza su molti asset, incluso il bitcoin. In generale, più i tassi sono bassi, più incoraggeranno i consumi e gli investimenti con conseguente aumento dei prezzi, il che è positivo per bitcoin a lungo termine.

Massimizza la tua esperienza su Cointribune con il nostro programma “Leggi per guadagnare”! Per ogni articolo che leggi, guadagna punti e accedi a premi esclusivi. Iscriviti ora e inizia a guadagnare vantaggi.

Clicca qui per iscriverti a “Leggi per guadagnare” e trasforma la tua passione per le criptovalute in premi!

avatar di Laetitia Bavatar di Laetitia B

Laetitia B.

Dopo aver lavorato per 7 anni in una banca canadese, di cui 5 anni in un team di gestione di portafoglio come analista, ho lasciato la mia posizione per dedicarmi completamente ai mercati finanziari. Il mio obiettivo qui è democratizzare le informazioni sui mercati finanziari per il pubblico di Cointribune su diversi aspetti, tra cui analisi macro, analisi tecnica, analisi intermarket, ecc.

-

PREV LIDL ha trovato i 3 essenziali per il giardino quest’estate
NEXT Salvaguardare il potenziale – Invest.ch