Siamo tutti “ambiversi” che ignorano noi stessi?

Siamo tutti “ambiversi” che ignorano noi stessi?
Siamo tutti “ambiversi” che ignorano noi stessi?
-

Ti piace fare festa, ma preferisci piccoli gruppi? Non hai problemi a restare da solo di tanto in tanto per ricaricare le batterie?

Non sei né introverso né estroverso? Forse sei semplicemente “ambiverso”.

Questo termine psicologico poco conosciuto si riferisce a una personalità “flessibile” che apprezza l’energia esterna e apprezza anche i momenti di solitudine.

Da un lato ci sono quelle persone che amano la compagnia degli altri, a cui piace essere al centro dell’attenzione e dare spettacolo. Si chiamano “estroversi”. Dall’altro chi preferisce la calma interiore, la solitudine e l’introspezione. Questi sono gli “introversi”. E poi ci sono quelli che non sono nessuno dei due o entrambi allo stesso tempo. Si tratta di ambiversione, un termine apparso per la prima volta nella letteratura psicologica degli anni ’20 e presente nei media solo da circa dieci anni.

  • Leggi anche

    Cos’è la sindrome di Hikikomori che colpisce sempre più francesi?

Ambiversione o personalità “flessibile”.

È allo psichiatra Carl Gustav Jung che dobbiamo le nozioni di estroversi e introversi. Secondo lui, gli estroversi hanno “un interesse per eventi, persone e oggetti, una relazione con essi [voire] una dipendenza da loro“. Molto socievoli, si sentono a loro agio in tutte le situazioni. Al contrario, gli introversi preferiscono trarre la loro energia dai loro mondi interiori, dalle loro idee o dai loro sentimenti. Queste persone sono più discrete e hanno bisogno di calma per ricaricare le batterie. Tuttavia, molte persone non trovano si collocano in questo spettro. È da questa opposizione alle due categorie classiche della personalità che nasce la nozione di ambiversione.

Sebbene il termine ambiverso esista da più di 80 anni, è riemerso solo nel 2013 durante uno studio condotto da Adam Grant, ricercatore e psicologo dell’Università della Pennsylvania. Si tratta di persone che riescono ad “autoregolamentarsi”. Possono anche trascorrere del tempo con gli altri e concedersi momenti di solitudine in casa. Sanno come affrontare diverse situazioni scegliendo tra la loro propensione all’introversione o all’estroversione. Per il ricercatore, ambiversi”impegnarsi naturalmente in uno schema flessibile di conversazione e ascolto“.

Come faccio a sapere se ho una personalità ambiversa?

Il test della personalità Myers-Briggs Type Indicator (MBTI) ti consente di scoprire qualcosa in più sul tuo profilo. Molto diffuso sin dalla sua creazione negli anni ’70, è ampiamente utilizzato nel mondo del lavoro e dell’istruzione e ha reso popolare il concetto di “tipo di personalità” e in particolare di introversione ed estroversione.

Il giornalista americano Daniel Pink ha immaginato un test composto da una ventina di domande per scoprire il tasso di ambiversione di una persona. Tra le domande: “mi piace attirare l’attenzione su di me?“, “Tendo a stare zitto quando mi trovo con degli sconosciuti?“, “Inizio conversazioni con sconosciuti?“.

Tuttavia, per psicologi ed esperti, non è necessario cercare di mettere un’etichetta sulla personalità di ognuno. “È nella nostra natura umana avere capacità introverse ed estroverse“, spiega Scott Barry Kaufman, scienziato cognitivo della Columbia University di New York e fondatore del Center for Human Potential. National Geographic, Aggiunge “Tutti abbiamo vissuto situazioni che hanno fatto emergere il nostro lato selvaggio e altre in cui volevamo rannicchiarci in noi stessi ed essere soli. Inoltre, lo stesso Carl Gustav Jung scrisse: “Non esiste un puro introverso o un puro estroverso. Un uomo del genere sarebbe condannato a trascorrere la vita in un manicomio.”. Siamo tutti ambiversi?


Sabine BOUCHOUL per TF1 INFO

-

PREV Cambiamento su RTL: d’ora in poi all’inizio di ogni trasmissione registrata apparirà una schermata pubblicitaria non disattivabile della durata di un minuto
NEXT Alice e Florian (Sposi a prima vista) si avvicinano fisicamente e parlano della loro notte infuocata