Quando Obama parla di condannare Trump

-

Di ritorno dall’Europa, dove ha partecipato alla cerimonia per l’80esimo anniversario dello sbarco in Normandia e al vertice del G7, Joe Biden è sbarcato sabato a Hollywood, dove ha raccolto 28 milioni di dollari, una somma record per il Partito democratico secondo i suoi squadra della campagna, con l’aiuto di diverse star, tra cui George Clooney, Julia Roberts e Barbara Streisand. Ha anche preso parte insieme a Barack Obama a un’intervista ospitata da Jimmy Kimmel. Obama ha colto l’occasione per discutere della recente condanna del suo successore alla Casa Bianca.

“Parte di ciò che è accaduto negli ultimi anni è che abbiamo normalizzato comportamenti che prima erano inaccettabili”, ha affermato. “Abbiamo lo spettacolo del candidato di uno dei due maggiori partiti in tribunale dove viene condannato da una giuria di suoi pari per 34 capi di imputazione. Alla sua fondazione non è consentito operare perché impegnata in manovre discutibili e non era veramente filantropica. La sua azienda è stata denunciata per non aver pagato le tasse. […] C’è stato un tempo in cui condividevamo alcuni valori fondamentali. Credevamo nell’onestà di base. Credevamo nel pagare le tasse. Eravamo convinti che non dovessimo prenderci in giro [des prisonniers de guerre], che non dovremmo cercare di politicizzare il nostro esercito e che dobbiamo rispettare il voto. »

Obama ha continuato affermando che Biden ha incarnato e continuerà a incarnare questi valori ai quali, secondo lui, Trump e i repubblicani hanno voltato le spalle. Mentre il primo presidente nero parlava, Donald Trump corteggiava gli elettori neri in una chiesa di Detroit. Si è concentrato su uno dei suoi argomenti preferiti, il crimine, ignorando il declino “storico” dei crimini violenti, compresi gli omicidi, secondo i dati più recenti dell’FBI.

“Guardate, la criminalità è più dilagante qui e nelle comunità afro-americane”, ha detto Trump ai membri di un pubblico in cui i neri non erano la maggioranza secondo il resoconto della corte. Washington Post. “Sempre più persone mi vedono e dicono: ‘Signore, vogliamo essere protetti’. Vogliamo che la polizia ci protegga. Non vogliamo essere derubati, aggrediti, picchiati o uccisi perché vogliamo attraversare la strada per comprare il pane”. »

Trump ha poi parlato con il gruppo conservatore Turning Point USA di Charlie Kirk nello stesso centro congressi dove i suoi sostenitori hanno chiesto la fine del conteggio delle schede elettorali di Detroit del 2020. Ha sfidato in particolare Biden a presentare una valutazione cognitiva. Ironicamente, ha sbagliato nel menzionare il nome del medico che presumibilmente gli ha fatto un simile test alla Casa Bianca, il dottor Ronny Jackson, che ha chiamato “Ronny Johnson”.

(Foto AP)

Mi piace questa :

amo caricamento…

-

PREV VIDEO. Stati Uniti: un cane accende i fornelli per curiosità e per poco non brucia tutta la casa
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole