Michael Schumacher: giornata emozionante per il figlio Mick, che seguirà le sue orme 33 anni dopo

Michael Schumacher: giornata emozionante per il figlio Mick, che seguirà le sue orme 33 anni dopo
Michael Schumacher: giornata emozionante per il figlio Mick, che seguirà le sue orme 33 anni dopo
-

L’ombra di suo padre lo segue in tutto ciò che fa. Sabato 15 giugno 2024, Mick Schumacher prenderà il via per la prima volta in carriera sul leggendario circuito della 24 Ore di Le Mans. Un’esperienza che non vede l’ora di vivere anche se non l’ha mai fatta sognare veramente. “La 24 Ore di Le Mans non è mai stata nella mia lista dei desideri. Non è mai stato davvero un sogno“, ha dichiarato sulle colonne di Le Parisien.

Oggi, infatti, il suo sogno è tornare in Formula 1, cosa che ha potuto sperimentare nel 2021. Ma la sua stagione non è andata affatto come previsto poiché aveva sottoperformato. Qualche mese fa, per riscoprire sensazioni, ha deciso di scoprire il WEC, un circuito in piena espansione ed è entrato a far parte del team Alpine.

Mick Schumacher parteciperà per la prima volta ad una gara notturna

Ho scoperto un bravissimo pilota, ma soprattutto un bravissimo ragazzo. Inizialmente non sapeva molto di Endurance, ma è stato subito pronto a lavorare e mettersi in gioco con una buona mentalità“, ha confidato Philippe Sinault, il capo della squadra alpina. Il figlio di Michael Schumacher ha dovuto mostrare compostezza per adattarsi alle molteplici differenze che possono esserci in questi circuiti.

Non ho mai paura di salire in macchina. Prendo tutti questi nuovi sviluppi come una sfida. È la prima volta che guido nel buio più completo, è una sensazione totalmente diversa da qualsiasi cosa abbia mai provato.. La considero una grande opportunità per me per ampliare le mie conoscenze e diventare un pilota migliore“, ha detto ancora, felice di scoprire il circuito della 24 Ore di Le Mans.

Mick Schumacher spera solo di finire la gara

E’ una gara molto bella, un posto leggendario. È un vero onore essere qui. Le Mans è un ottimo bonus da aggiungere al mio CV. Non vedo l’ora di vedere come sarà la gara“, ha aggiunto. Nonostante tutto, tiene a precisare che per la prima volta in carriera correrà su questo circuito e che quindi non spera davvero di ottenere un podio.

L’obiettivo principale è finire la gara e unirsi alla lotta. Alla fine vedremo la classifica.” Lo ricordiamo, 33 anni prima, nel 1991, fu suo padre, il cui stato di salute rimane segreto dopo un grave incidente sugli sci nel dicembre 2013, a scoprire per la prima volta questo circuito. È riuscito a ottenere il quinto posto.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole