«Chi è dunque costui, che anche il vento…» (Mc 4,35-41)

«Chi è dunque costui, che anche il vento…» (Mc 4,35-41)
«Chi è dunque costui, che anche il vento…» (Mc 4,35-41)
-

Vangelo di Gesù Cristo secondo San Marco

Tutto il giorno,
Gesù aveva parlato alla folla.
Quando venne la sera, Gesù disse ai suoi discepoli:
“Andiamo all’altra sponda. »
Lasciata la folla, presero Gesù così com’era,
nella barca,
e altre barche lo accompagnarono.
Arriva un violento temporale.
Le onde si gettavano sulla barca,
tanto che si stava già riempiendo.
Dormiva sul cuscino dietro.
I discepoli lo svegliano e gli dicono:
“Maestro, siamo perduti;
Non ti importa? »
Svegliato, minacciò il vento e disse al mare:
“Zitto, stai zitto!” »
Cadde il vento,
e c’era una grande calma.
Gesù disse loro:
“Perché hai così paura?
Non hai ancora fede? »
Preso da grande timore,
si dissero tra loro:
“Chi è costui allora?
sì che anche il vento e il mare gli obbediscono? »

Fonte: AELF

Meditazione Padre Sébastien Antoni

La tempesta calmante si può riassumere in “Tutto è bene quel che finisce bene”, ma questa è una magra consolazione per chi ha visto la propria vita o quella di una persona cara finire male. Rileggendo questo brano in cui Gesù dorme sulla barca mentre i suoi discepoli sono angosciati, mi chiedo: dorme bene o inconsciamente? Se dorme e basta, sa che l’ansia prima o poi lo sveglierà per calmare la tempesta? Allora perché incolpare la loro mancanza di fede?

Forse Gesù dorme con l’indifferenza dei grandi maestri spirituali, per i quali la vita si schiude, le tempeste passano, abbattono, uccidono o risparmiano, ma l’essenziale resta: l’atomo divino che crea e ricrea al di là delle nostre vite, paure e speranze. Tutto è bene quel che finisce bene, ma non come vorremmo. Le nostre più grandi paure sono illusioni: perdere non è ciò che pensiamo che sia. Puoi vincere morendo e perdere vivendo nella paura di perdere. Gesù insegna che le nostre paure sono illusioni ostinate. Perdere non è quello che pensi che sia.

La sera, quando ricordo le mie preoccupazioni e le mie ansie, penso a Gesù che dorme sulla barca. Molte delle mie paure diventeranno realtà, inclusa la mia stessa morte. Tuttavia, prego che una voce si alzi nella paura e neghi alla mia ansia il potere di inghiottirmi.

-

PREV Jaylen Brown era più goffo di Bronny James nella Summer League…
NEXT cosa succede a Maxime Spanò?