Il Gran Premio del Canada è stato “un incidente” per la Ferrari

-

È raro vedere in Ferrari espressioni così abbattute. Negli ultimi tempi la Scuderia ha dimostrato una notevole costanza, piazzando sistematicamente uno dei suoi piloti nella top 5 fin dall’inizio della stagione. Una stagione che ha raggiunto il suo apice due settimane fa a Monaco, dove Charles Leclerc ha ottenuto una brillante vittoria in casa, Carlos Sainz completando il podio con il terzo posto.

Sainz, infatti, ha dimostrato grande costanza fin dall’inizio del campionato e, a parte il ritiro dall’Arabia Saudita per motivi medici, è costantemente apparso nella top 5, siglando quattro podi, compresa una vittoria in Australia.

La disillusione è ancora maggiore per il pilota spagnolo in Canada. Autore di un deludente 12° tempo in qualifica, quest’ultimo ha offerto una prestazione altrettanto anonima in gara sul circuito Gilles-Villeneuve. Bloccato nel gruppo nella prima parte della gara, poi costretto al ritiro dopo aver commesso un errore, per poi essere tamponato dalla Williams diAlex Albonil madrileno vuole voltare pagina in fretta.

Dobbiamo capire cosa è successo come squadra.

“Era il tipo di gara in cui il ritmo non si stabilizzava mai”, Sainz ha commentato dopo l’evento. “Abbiamo subito qualche danno alla vettura a causa di alcuni contatti durante la folle gara, ma oggi non abbiamo mai avuto abbastanza ritmo per effettuare dei sorpassi”.

“È stato solo quando siamo passati alle gomme slick, verso la fine della gara, che ho iniziato a sentire che forse c’era il potenziale per segnare punti, e ho iniziato a diventare un po’ più veloce, stavo solo cercando di prendere dei rischi per sorpassare persone nelle zone DRS per cercare di avvicinarsi nel secondo settore, particolarmente umido.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

Una gara da dimenticare per Carlos Sainz e la Ferrari.

Foto di: Francois Tremblay / Motorsport Images

A corto di ritmo, Carlos Sainz si interroga ancora sui motivi della perdita di controllo della sua Ferrari, che ha messo fine alla sua gara. “Non lo so”, sussurra. “Non lo so. È molto strano che ho perso il controllo a metà gara e ho concluso la nostra gara. È stato un fine settimana molto debole, molto deludente per tutti i team perché non sembravamo mai trovare un buon ritmo.”

“Credo che il Canada sia stato un incidente, un caso un po’ particolare, e bisogna capire cosa è successo come squadra. Evidentemente c’era qualcosa che gli altri stavano facendo in qualifica con le gomme per prepararli al meglio”.

Problema al motore per Leclerc

Non ha avuto molto più successo Charles Leclerc, a causa di un problema al motore, che alla fine lo ha costretto al ritiro, dopo aver scommesso con le gomme dure sperando in una pista asciutta. “HA ogni volta che cercavo il potere, non sapevo cosa ne avrei ricavato”, spiega il monegasco. “Ed è stato, prima di tutto, molto difficile in termini di guida, molto frustrante perché nel rettilineo venivo superato da tutti”.

“Nella prima parte della gara penso che siamo riusciti a farlo bene. E dato che eravamo sul bagnato potevamo recuperare in curva, credevo ancora che avremmo potuto finire in zona punti. Ma non appena il tempo è iniziato “si è asciugato, Ero un bersaglio facile in rettilineo.”

“[Le long arrêt au stand] era noioso”, si rammarica di Leclerc. “Ma alla fine era il massimo che potevamo fare in quel momento, sapevo che saremmo andati a punti nonostante tutto, anche con questo problema quindi dovevamo provare qualcosa con le gomme slick.

Frédéric Vasseur, direttore della Scuderia Ferrari, vuole soprattutto andare avanti e guardare al prossimo Gran Premio, a Barcellona. “Lavoriamo come una squadra con i piloti nella buona e nella cattiva sorte e manterremo lo stesso approccio per il prossimo fine settimana e continueremo insieme”, assicura il francese. “Non sono affatto disturbato da questo tipo di fine settimana, è così che va.”

Commenti raccolti da Filip Cleeren

VIDEO – Il riassunto del GP del Canada

-

PREV Come condividere il tuo account Netflix senza pagare, Oppo torna in Francia, ecco il riepilogo
NEXT Eure: una vittima evacuata in elicottero dopo un incidente stradale