Qual è questo trattamento che fa ricrescere i denti, sviluppato dai ricercatori? – Edizione serale della Francia occidentale

Qual è questo trattamento che fa ricrescere i denti, sviluppato dai ricercatori? – Edizione serale della Francia occidentale
Qual è questo trattamento che fa ricrescere i denti, sviluppato dai ricercatori? – Edizione serale della Francia occidentale
-

Entro l’edizione serale.

I ricercatori in Giappone stanno sviluppando un “farmaco per la ricrescita dei denti” già testato sugli animali. Gli studi clinici sull’uomo inizieranno nel settembre 2024.

La ricrescita dei denti, questo “miracolo” potrebbe presto diventare realtà. Tuttavia, la ricerca medica sta facendo progressi in questo settore. In Giappone, i ricercatori dell’Università di Osaka, che lavorano da diversi anni su un “farmaco per la ricrescita dei denti”, hanno annunciato il 2 maggio 2024 che inizieranno i test clinici a settembre, presso l’ospedale universitario di Kyoto, riferisce il quotidiano giapponese Il Mainichi.

Leggi anche: Non lavarti i denti correttamente può compromettere seriamente la tua salute, ecco perché

Il farmaco in questione è un anticorpo monoclonale. Disattiva una proteina chiamata USAG-1, che inibisce la crescita dei denti. Per confermare l’efficacia di questo rimedio, che finora non è stato ancora testato sull’uomo, ma solo sugli animali, saranno sottoposti alla sperimentazione clinica trenta uomini sani di età compresa tra 30 e 64 anni. Queste persone hanno in comune il fatto di avere almeno un dente posteriore mancante.

Finora il farmaco è stato testato su animali, topi e furetti in cui sono cresciuti i cosiddetti denti “terziari”. In questi animali non sono stati osservati effetti collaterali importanti.

Leggi anche: La medicina farebbe ricrescere i denti

Un farmaco commercializzato dal 2030?

Secondo l’Ospedale Kitano, che partecipa allo studio, questa prima fase di studi clinici sull’uomo si svolgerà fino all’agosto 2025. In secondo luogo, il farmaco verrà somministrato a pazienti che soffrono di insufficienza dentale congenita. Questa volta, i ricercatori intendono testare il prodotto su bambini dai 2 ai 7 anni a cui mancano almeno quattro denti alla nascita. Una volta confermata la sicurezza del farmaco, questo verrà somministrato a pazienti congenitamente privi di una dentatura completa, per confermarne l’efficacia.

Leggi anche: Perché i denti sono anche una barriera contro le malattie

L’1% della popolazione umana è affetta da insufficienza dentale congenita, che comporta l’assenza di uno o più denti permanenti alla nascita. Questa patologia può essere invalidante sia a livello alimentare che verbale.

Se tutto andrà secondo i piani, i ricercatori giapponesi sperano che il farmaco possa essere commercializzato a partire dal 2030. Secondo loro, in futuro sarà possibile far crescere i denti non solo nelle persone affette da malattie congenite, ma anche in quelle che hanno perso denti a causa di carie o lesioni.

-

PREV The Boys: riepilogo della terza stagione
NEXT The Boys stagione 4: la serie ha ancora cose interessanti da dire? – Serie di notizie